Sinistra Italiana in piazza per sollecitare le istituzioni

 

 

 

Lunedì 17 Luglio 2017 nei pressi del Genio Civile in via Porto (Salerno) si svolgerà un presidio promosso dalle popolazioni della nostra provincia colpite dai roghi della scorsa settimana. 

Terre, montagne e popolazioni sono sotto attacco, per garantire gli interessi di pochi a danno della collettività.  Ce lo sbattono in faccia incendiando e distruggendo alberi, piante e foreste, rendendo l’aria irrespirabile, e per noi è difficile capire come reagire, anche a causa della scarsa o nulla presenza delle istituzioni pubbliche, in primis Comuni, Prefetture e Regione.

Se il Vesuvio è in fiamme non va meglio nella valle dell’Irno, nell’Agro Nocerino-Sarnese, nei Picentini, sui Monti Lattari e nel Cilento ma anche nelle altre province della regione. La Campania brucia e dietro ogni rogo c’è un interesse, dietro ogni interesse un profitto particolare.

Dal 2014 al 2016, secondo il Corpo forestale dello Stato, sono stati bruciati 9.789 ettari di territorio in Campania. Non è l’effetto del caldo, è un disegno criminoso che viene perseguito con ferocia scientifica ed una sfrontatezza sempre maggiore, favorito dall’incapacità delle Istituzioni locali e regionali di occuparsi seriamente della cura dei nostri territori.

Non è questo il momento di abbassare la testa, né di accettare lo scempio quotidiano dei nostri territori, occorre reagire e mobilitarsi, far sentire le nostre voci alle Istituzioni e lottare per un controllo diffuso del territorio.

Chiediamo l’intervento dell’ASL, dell’ARPAC, dell’assessore regionale Buonavitacola per costituire un’unità di crisi. Chiediamo al sindaco Vincenzo Napoli per la città di Salerno e le colline di Giovi quali provvedimenti ha intenzione di adottare per la messa in sicurezza del territorio, quali sono le misure per affrontare l’aria irrespirabile da giorni e i pericoli di incendi nel pieno della crisi idrica?

Ignorati dalle istituzioni, ignorati dai principali organi di informazione, è tempo di manifestare la nostra indignazione e rabbia. Mentre i responsabili restano a guardare, la nostra terra brucia.

 

Comunicato Stampa Sinistra Italiana

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: