In manette il titolare di un bar a Montecorvino Rovella

 

Ancora un arresto, nel territorio dei Picentini, relativamente al commercio illegale di sostanze anabolizzanti: nella tarda serata di ieri i carabinieri della compagnia di Battipaglia e della stazione di Montecorvino Rovella, agli ordini del capitano Giuseppe Costa e del maresciallo Angelo Solimene, hanno fatto irruzione - dopo un lungo servizio di appostamento - all'interno di un bar situato a Macchia di Montecorvino Rovella. Nel laboratorio di pasticceria, tra barattoli di Nutella e creme dolciarie, erano stati nascosti tre grammi di cocaina - suddivisi in dosi - e 53 fiale di farmaci steroidi anabolizzanti di varie marche. Il gestore del bar, un 24enne del posto, già noto alle forze dell'ordine, è stato quindi arrestato e condotto ai domiciliari, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Come riferito in una nota dai carabinieri, il giovane dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di detenzione illecita di farmaci dopanti (assimiliati agli stupefacenti).

Inquietante la lettura delle indicazioni terapeutiche dei farmaci sequestrati, destinati alla somministrazione esclusivamente in ambito veterinario, ma particolarmente ricercati - riferiscono i carabinieri - nonostante le numerose e gravi controindicazioni, nel mondo dei palestrati per la velocità con la quale stimolano la crescita delle masse muscolari. In precedenza i carabinieri avevano tratto in arresto, sempre a Montecorvino Rovella, un battipagliese già noto alle forze dell'ordine, trovato in possesso di cocaina e di 20 fiale di Testovis, farmaco anabolizzante per uso veterinario.

 

Marco De Simone

Foto Ivan Romano

 

 

Seguici anche su: