Il 22enne, rimasto anch'egli ferito, è risultato positivo all'alcool test / SASSANO, QUATTRO MORTI AL BAR

Omicidio volontario: questa l'accusa che, secondo quanto si apprende dall'ANSA, sarebbe stata formulata - il condizionale è d'obbligo - dalla procura della Repubblica presso il tribunale di Lagonegro a carico del 22enne che ieri, a Silla di Sassano, a bordo della sua BMW, ha perso il controllo dell'automobile travolgendo e uccidendo quattro ragazzi, tra i quali il fratello di 15 anni. Stando a quanto si è appreso il 22enne, che è rimasto ferito nell'incidente, è stato trasportato in ospedale - dove è piantonato - e sarebbe risultato positivo all'alcool test.

La tragedia si è verificata ieri pomeriggio intorno alle 17: l'auto guidata dal 22enne, lanciata a forte velocità, è sbamdata, ha urtato il cordolo della rotatoria di Silla ed è finita contro il bar dopo un volo di alcuni metri. All'esterno dell'esercizio commerciale c'erano appunto i quattro ragazzi seduti ad un tavolino, intenti a seguire le partite di calcio in tv. Quattro i ragazzi morti a seguito dell'impatto: il fratello dell'automobilista, minorenne, un altro minore e altri due fratelli, di 17 e 23 anni. Il maggiorenne è deceduto durante il trasporto in ospedale.

Il conducente della BMW - come riferito all'ANSA dal procuratore della Repubblica presso il tribunale di Lagonegro Vito Russo - è risultato positivo al test alcoolemico, addirittura - pare - con un tasso di alcool tre volte superiore a quello consentito dalla legge. Subito dopo l'incidente sono state centinaia le persone che si sono recate sul luogo della tragedia.

 

Dalla Redazione

Foto Michele Vitolo - Uno TV

 

SASSANO, QUATTRO MORTI AL BAR

 

 

 

 

Seguici anche su: