Il sindaco si esprime sul Crescent

 

"Eliminare un piano del Crescent? Un'imbecillità totale, non so chi abbia messo in giro questa fesseria. Un architetto non è un macellaio che taglia una fetta di carne. L'architettura si fonda su delle proporzioni e degli equilibri. In questo caso le dimensioni dell'edificio sono proporzionate a quelle della piazza e sono rapportate a quelle dei palazzi del lungomare Trieste" così il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, sulla sua pagina facebook, ha commentato le voci relative all'ipotesi di eliminare l'ultimo piano della mezza Luna del cantiere di via Alvarez.

Il 9 ottobre, intanto, doppio appuntamento per le sorti dell'emiciclo in sospeso a Salerno: al tribunale di Salerno si terrà l'udienza preliminare - gip Sergio De Lucia - nel procedimento che vede 23 indagati, tra i quali il sindaco De Luca, amministratori, costruttori e tecnici. Contemporaneamente, presso la sezione salertniana del Tar, si terrà l'udeinza di merito relativa al lotto 1 del cantiere, quello che si trova nei pressi dell'autorità portuale, relativamente al quale la Crescent srl ha dovuto fermare i lavori. Nel gennaio del 2013 il Consiglio di Stato respinse la richiesta avanzata dalla società che stava eseguendo i lavori di poter andare oltre il limite della quota strada, confermando di fatto il fermo dell'area deciso in precedenza dal Tar. Italia Nostra e No Crescent presenteranno ulteriore documentazione. E, per il 9 ottobre, potrebbe arrivare anche il parere della soprintendenza BAP relativamente all'autorizzazione paesaggistica.

 

Dalla Redazione

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: