Fermate due persone in flagranza di reato

 

Cinquanta kg di marijuana: questo il bilancio di un sequestro messo in atto ieri mattina a Capaccio dagli agenti di polizia della squadra mobile della questura di Salerno. Arrestati, in flagranza di reato di coltivazione, produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente un 50enne incensurato del posto e una donna di nazionalità ucraina, sorpresa a lavorare nella serra oggetto dell'ispezione, al momento dell'arrivo della polizia. Nel dettaglio la squadra mobile ha individuato e sottoposto a sequestro un avviato centro di coltivazione e produzione di stupefacenti.

E’ stata sottoposta a perquisizione un’azienda agricola, condotta dall’incensurato 50enne, all’interno della quale, in un solaio ed in alcuni locali terranei, sono stati rinvenuti e sequestrati complessivamente oltre 50 kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana in via di essicazione per la successiva cessione sul mercato; negli stessi locali sono stati sequestrati anche ventilatori, essiccatori ed altro materiale per la lavorazione. Nello stesso contesto, in una serra, nascoste tra altre coltivazioni ortofrutticole, sono state individuate oltre cento piante di marijuana ad alto fusto ed in avanzata fase di maturazione. I due sono stati tratti in arresto e posti a disposizione dell'autorità giudiziaria. Si ritiene che la sostanza fosse destinata allo spaccio al minuto della città di Salerno.

 

Marco De Simone

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: