Quattro minorenni italiani e due maggiorenni del Bangladesh denunciati per rissa

 

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio volti a prevenire e reprimere i reati contro la persona ed il patrimonio, sei persone sono state denunciate, questa notte, dai poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Salerno, perché ritenute responsabili di rissa.

Le Volanti della Questura sono intervenute, ieri sera, nei pressi del Largo Dogana Vecchia, in pieno centro storico di Salerno, ove era stata segnalata una rissa in atto tra un gruppo di giovanissimi italiani ed alcuni cittadini stranieri. L’immediato arrivo di tre Volanti della Polizia di Stato ha messo fine alla rissa; diverse persone coinvolte hanno tentare di fuggire per evitare di essere controllate ed identificate.

I polizotti hanno bloccato ed identificato quattro giovani, tutti salernitani e minorenni, e due stranieri, originari del Bangladesh, rispettivamente di 25 e 40 anni, il primo venditore ambulante, il secondo gestore di un esercizio pubblico ivi ubicato. I poliziotti hanno accertato che la rissa era scaturita dal fatto che i quattro giovani avevano avvicinato il venditore ambulante per provare un puntatore laser e quest’ultimo, temendo che i ragazzi volessero impossessarsene senza pagarlo, glielo aveva strappato di mano, strattonandoli.

I giovani avevano reagito colpendolo con calci e pugni, ed attirando così l’attenzione di un commerciante del posto, suo connazionale, e di altri cittadini stranieri che erano intervenuti in aiuto del bengalese. Sul posto sono state fatte intervenire le ambulanze del locale pronto soccorso, per consentire le cure del caso nei confronti del venditore ambulante straniero e di uno dei minorenni coinvolti nella rissa, in quanto entrambi avevano riportato delle lesioni.

 

Comunicato stampa Questura di Salerno

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: