Fermato un cittadino di nazionalità marocchina

 

Minaccia un ragazzo diversamente abile e prende a sassate i poliziotti: ha letteralmente dato spettacolo, in pieno centro a Salerno, un cittadino di nazionalità marocchina, senza fissa dimora, già noto alle forze dell'ordine. E' accaduto durante lo scorso fine settimana in piazza Vittorio Veneto, nei pressi della stazione ferroviaria. Tutto ha avuto inizio quando un uomo, recatosi presso gli uffici della polizia ferroviaria per avere alcune informazioni, ha ricevuto una telefonata da parte del figlio diversamente abile. Il giovane, rimasto in macchina, chiedeva aiuto al padre in quanto un uomo lo stava minacciando per estorcergli del denaro. L'uomo ha quindi avvisato la polizia e si è recato verso l'automobile insieme ai poliziotti, che hanno accertato, nei pressi dell'automobile, la presenza di un cittadino straniero "in evidente stato di agitazione psicomotoria".

L’uomo, indicato dal giovane quale autore delle minacce, alla vista del personale di polizia ha cominciato ad inveire contro di loro, sferrando calci e pugni per sottrarsi all’identificazione. Quindi è scappato via per poi tornare ben armato di pietre che ha lanciato all’indirizzo degli agenti. Nel corso della fuga è caduto, si è rialzato ed ha proseguito correndo in direzione del lungomare e continuando il pericoloso lancio di pietre lungo la strada. Sul posto sono stati fatti convergere in ausilio i poliziotti della sezione Volanti della Questura che sono riusciti a raggiungerlo e a bloccarlo. Condotto presso gli uffici della polizia ferroviaria per le formalità di rito, l'uomo è stato arrestato per estorsione, violenza, minaccia, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e posto a disposizione dell'autorità giudiziaria presso il carcere di Fuorni.

 

Marco De Simone

Foto Ivan Romano

 

Seguici anche su: