Latitante fermato dai carabinieri

 

Estorsione e rapina nei confronti di prostitute, catturato in Romania uno dei due estorsori destinatari di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla procura della Repubblica presso il tribunale di Salerno nel marzo del 2012. L'uomo, 27 anni, è stato arrestato nel suo paese d'origine dalla polizia e condotto in Italia, dove è stato preso in consegna dai carabinieri che lo hanno condotto al carcere di Rebibbia (Roma) a disposizione della procura salernitana.

Le indagini sono state condotte dai carabinieri della compagnia di Battipaglia - agli ordini del capitano Giuseppe Costa - e in passato avevano portato all'arresto di un altro cittadino romeno, 25enne, appunto nel marzo del 2012. Indagini, quelle dei militari, fatte di pedinamenti, appostamenti e, soprattutto, corroborate dalla denunce di alcune prostitute che avevano narrato di come i due romeni imponessero loro il pagamento dell’affitto della varie piazzole sulle quali esercitare la prostituzione tra i comuni di Battipaglia e Pontecagnano. Novecento euro al mese da ogni prostituta era un lucroso affare per i due, tanto da diventare particolarmente violenti in caso di mancato pagamento del “canone”. In alcuni casi le prostitute oltre ad essere state selvaggiamente picchiate erano state minacciate con pistole e coltelli.

Un lucroso affare al quale hanno messo fine i carabinieri di Battipaglia, che alcuni giorni fa, dopo due anni di ricerche erano riusciti a localizzare il latitante in Romania. A bordo di un aereo di linea, scortato da due agenti della polizia romena, l’ormai ex latitante è atterrato ieri sera a Fiumicino dove è stato preso in consegna dai carabinieri che, dopo avergli notificato l’ordine di arresto per estorsione aggravata e rapina, lo hanno condotto al carcere di Rebibbia e posto a disposizione della procura salernitana.

 

Dalla Redazione

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: