Protestano gli ex dipendenti Aser

 

Un presidio di protesta davanti alla sede della provincia di Salerno per contestare le lettere di licenziamento ricevute nei giorni scorsi dalla curatela fallimentare: questa l'iniziativa messa in atto dai 34 dipendenti dell'Aser, l'azienda chiusa quattro anni fa e che si occupava dei rifiuti ingombranti sul territorio provinciale. A guidare la protesta le delegazioni sindacali Cigl, Ugl e Cisl, che in una nota congiunta, a firma dei segretari Angelo De Angelis, Massimiliano Cafaro e Roberto Vicinanza.

Nel dettaglio, i dipendenti chiedono di essere ricollocati tutti in altre aziende pubbliche: "E’ possibile continuare a sostenere la tesi dell’impossibilità di ricollocare al lavoro tutti i 34 lavoratori Aser mentre la Ecoambiente Salerno s.p.a. continua ad incrementare il proprio organico violando le norme vigenti in materia di rifiuti? E’ possibile continuare a far finta che i dipendenti Aser non siano tutelati, come sono, da norme nazionali (l. n.26/2010) e regionali (l. r. n.5/2014)? Chiediamo, quindi, di essere ascoltati dal procuratore capo della Repubblica o suo delegato, per evidenziare le tantissime contraddizioni che hanno caratterizzato la vicenda Aser. Se non saremo ascoltati saremo costretti a dare luogo a forme di proteste eclatanti con occupazioni di centri amministrativi ed operativi sensibili e funzionali al ciclo dei rifiuti in Provincia di Salerno".

 

Dalla Redazione

Foto Marco Rarità

 

 

Seguici anche su: