Operazione degli agenti di polizia

 

Gli agenti della Polizia di Stato, appartenenti all’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Salerno, nel corso di una specifica ed articolata attività d’indagine su un furto avvenuto nel mese di ottobre 2014, nella zona industriale di Salerno, presso un centro commerciale di una nota catena di vendita di prodotti elettronici, e che aveva già consentito ai poliziotti di deferire all’Autorità Giudiziaria una donna, 30enne di Napoli, hanno identificato e denunciato, nella giornata di ieri, per lo stesso reato di concorso in furto aggravato, altre persone, complici nel furto.

Nel corso dell’attività info – investigativa i poliziotti, per identificare anche i complici, hanno ricostruito i precedenti della donna che, insieme a loro e ad altre persone, tutte di Napoli, si erano rese protagoniste in passato, in diverse città italiane, di numerosi reati contro il patrimonio dello stesso tipo, furti aggravati in centri commerciali, commessi, in diversi casi, con l’ausilio di borse schermate per eludere i sistemi anti taccheggio, ed in due circostanze del reato di rapina.

L’intensificata attività di controllo del territorio svolta dalla Polizia di Stato a Salerno e nel territorio provinciale, anche con l’ausilio dei poliziotti del reparto Prevenzione Crimine Campania, per contrastare, in particolare, i reati contro il patrimonio e di tipo predatorio, insieme all’attività info – investigativa sviluppata dai poliziotti, continua a produrre positivi risultati, sia preventivi che repressivi, e sta consentendo di assicurare alla giustizia numerosi autori di furti e rapine, nonché di arginare tali tipologie di reato.

 

Comunicato stampa Questura di Salerno

Foto Ivan Romano

 

 

Seguici anche su: