Plastic diventa salernitano

 

Per il sindaco Vincenzo De Luca è Robertino, per i salernitani è Plastic: Larbi Sohayl, cittadino di nazionalità marocchina, da ieri mattina è un cittadino italiano, salernitano per la precisione. Da 17 anni in Italia, Larbi è il venditore di fazzoletti che i cittadini incontrano nei pressi dei semafori della zona Carmine, all'incrocio con via Marino Paglia. Ieri, in comune, ha ricevuto la cittadinanza italiana, alla presenza del sindaco Vincenzo De Luca: "E’ una giornata bella per noi, siamo veramente felici di aver celebrato l’acquisizione della cittadinanza italiana da parte di Robertino, noi lo conosciamo così – ha dichiarato il primo cittadino – lui è l’unico venditore di fazzolettini che io avevo autorizzato a stare in città. Sta sempre all’incrocio del Carmine, dove c’è il semaforo, abbiamo già avuto modo di apprezzare il suo garbo, la sua semplicità e il suo rispetto, oggi diventa cittadino italiano".

De Luca ha quindi deconstestualizzato la concessione della cittadinanza italiana a Plastic: "Ed è un piccolo episodio che ha un grande significato ideale, in un momento nel quale centinaia di uomini, donne e bambini muoiono nei mari davanti l’Italia, nell’indifferenza dell’Europa e del mondo civile, vorremmo che questo diventasse un segno di solidarietà e una riconferma del rispetto per i valori dell’uguaglianza fra tutti i cittadini, almeno fra tutti quelli che rispettano le leggi. Per me è una giornata bella, carica di valore e di significato, ed è anche una giornata di conferma del rapporto di amicizia che ho con Robertino, lo trovo sotto casa ogni mattina".

Plastic, così chiamato perché nei bar della zona Carmine chiede spesso bicchieri di plastica, non ha nascosto l'emozione ed ha dichiarato "Mi sento salernitano, grazie a tutti". Sempre gentile, sorridente e rispettoso, Larbi ha 66 anni ed è sposato, con sette figli: la moglie vive in Marocco, a Rabat, lui vive nel centro storico di Salerno, che da ieri è ufficialmente la sua nuova città.

 

Dalla Redazione

Foto Marco Rarità

 

 

Seguici anche su: