L'operazione dei carabinieri sotto mandato della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore

Un'operazione dei carabinieri dell'agro nocerina sarnese si è svolta nelle prime ore del mattino sotto mandato della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, nell'ambito di una indagine relativa ad una truffa all'Inps, conclusasi con l'arresto, tra gli altri, dei fratelli Trapani, Raffaele presidente della Paganese e Antonino accusati di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di truffe ai danni dell'Inps. Nello specifico gli arresti domiciliari ottenuti dai Trapani, fanno riferimento a false assunzioni e migliaia di posizioni lavorative risultate fasulle al fine di accedere ai diritti di disoccupazione. Nel mirino degli inquirenti anche due commercialisti operanti nel comune di Sant'Antonio Abate, provincia: in totale l'operazione dei carabinieri ha portato al sequestro di beni per una somma di sei milioni di euro in cui risultano anche alcune quote relative alla società della Paganese. L'inchiesta stando a quanto riportato dal quotidiano La Città di Salerno avrebbe messo in evidenza legami con alcuni esponenti della politica locale che stando alle prime indiscrezioni si erano avvicinati all'organizzazione per accaparrare voti in cambio delle false assunzioni.

 

 

Dalla Redazione

Foto di Ivan Romano

 

 

Seguici anche su: