Operazione dei carabinieri sul territorio

 

Un arresto e tre denunce: questo il bilancio di un'operazione messa in atto nel territorio della valle dell'Irno dai carabinieri della compagnia di Mercato San Severino, agli ordini del capitano Rosario Basile. Nel dettaglio i militari - in collaborazione con i carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore e della stazione di Baronissi - nella notte tra giovedì e venerdì hanno tratto in arresto un 40enne di Baronissi, ritenuto affiliato al clan Genovese, operante nella valle dell'Irno. L'uomo è stato fermato "in ottemperanza ad un provvedimento di espiazione della pena di anni quattro, mesi uno e giorni dieci di reclusione, emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, a seguito di condanna per associazione di tipo mafioso, detenzione illecita di sostanze stupefacenti ed altro, commessi tra il 2009 ed il 2010. L’arrestato è stato condotto in carcere".

Nel corso di un servizio finalizzato al contrasto del commercio abusivo, i carabinieri hanno inoltre deferito in stato di libertà per ricettazione un 45enne del luogo, già noto alle forze dell'ordine, che, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di sette orologi contraffatti di marca prestigiosa che sono stati sottoposti a sequestro. A Mercato San Severino i carabinieri hanno denunciato, per truffa ed appropriazione indebita in concorso, un 28enne di Atripalda (Avellino) già noto alle forze dell'ordine e una 27enne della provincia di Brindisi, ritenuti responsabili, a vario titolo, di aver indotto uno studente del luogo ad accreditare su una carta ricaricabile 350 euro per l’acquisto di uno smartphone pubblicizzato su un sito Internet, omettendo di spedirlo all’acquirente.

 

Dalla Redazione

Foto Ivan Romano

 

Seguici anche su: