Cerca

Facebook

    

Due arresti dopo un inseguimento in litoranea tra Battipaglia e Pontecagnano

 

Evitano l'alt di una pattuglia dei carabinieri e per poco non investono un altro militare impegnato con un'altra pattuglia in servizi di controllo del territorio: in manette due giovani di Avellino, uno già noto alle forze dell'ordine, l'altro incensurato. Ricevuto l'alt da una pattuglia della compagnia di Battipaglia, l'auto - che viaggiava sulla strada litoranea - ha prima accennato a fermarsi per poi proseguire la sua marcia, aumentando la velocità. Ne è scaturito un inseguimento, reso pericoloso anche dall'asfalto bagnato: successivamente, nella fuga, l'auto con i due giovani a bordo ha rischiato di investire un carabiniere in servizio alla stazione di Pontecagnano Faiano, anch'egli impegnato con la pattuglia in servizi di controllo del territorio. Il militare - come riferito dai carabinieri della compagnia di Battipaglia, diretti dal capitano Giuseppe Costa - per evitare di essere investito è rovinosamente caduto al suolo, riportando una lesione ad una mano, successivamente giudicata guaribile in sette giorni. Dopo pochi km, in territorio pontecagnanese, i due sono stati raggiunti, bloccati ed identificati: si tratta di due giovani avellinesi, uno già noto alle forze dell'ordine (che era alla guida con patente sospesa) e uno incensurato. I due sono stati arrestati e posti a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Seguici anche su: