Cerca

Facebook

    

Si tratterebbe di omicidio plurimo aggravato

 

Concluse le indagini sulla tragedia di sassano, quando un'auto di grossa cilindrata uccise 4 giovani in un bar del comune del Vallo di Diano. Per il conducente della vettura, come riportato da il Mattino, Gianni Paciello, l'accusa è di omicidio colposo plurimo e aggravato dagli esami che hanno evidenziato un elevato tasso alcoolico nel corpo dello stesso Paciello, al momento del drammatico impatto che costò la vita a Nicola e Giovanni Femminella, Daniele Paciello e il fratello dello stesso Gianni, Luigi Paciello, tutti giovanissimi e di età comprese tra i 14 e i 22 anni. L'avvocato della difesa ha acquisito tutto il materiale relativo alle indagini degli inquirenti, ha ora venti giorni di tempo per presentare le memorie difensive e solo dopo si procederà a fissare la data dell'udienza preliminare. Intanto Gianni Paciello, resta confinato agli arresti domiciliari in una struttura non resa pubblica dalle forze dell'ordine.    

 

Dalla Redazione

Foto dalla Rete

 

Seguici anche su: