Cerca

Facebook

    

L'arresto eseguito a Bellizzi dai carabinieri

 

Aveva rubato una fiammante BMW, ad Ottati, nella notte tra mercoledì e giovedì, ma è stato fermato giovedì sera - a Bellizzi - dai carabinieri: manette ai polsi per un 24enne di nazionalità albanese, già noto alle forze dell'ordine, in Italia senza fissa dimora. Il giovane, insieme ad alcuni complici, aveva fatto irruzione in una abitazione di Ottati e avevano preso le chiavi dell'auto dalla tasca dei pantaloni del proprietario, che dormiva senza essersi accorto di nulla. Sono quindi scappati via: con modalità ancora al vaglio dei carabinieri - ma probabilmente il 24enne è stato accompagnato dai complici che sono poi fuggiti via - il giovane è stato accompagnato a Bellizzi, dove i militari hanno iniziato a tenerlo d'occhio, dopo che un'auto dei carabinieri aveva intercettato la macchina rubata. Il 24enne è quindi salito in auto ma appena si è messo alla guida è stato bloccato dai carabinieri: identificato appunto per un cittadino di nazionalità albanese, 24 anni, è stato condotto in carcere e posto a disposizione dell'autorità giudiziaria. L'auto è stata invece restituita al legittimo proprietario: nel bagagliaio - e questo fa pensare, secondo gli inquirenti, che il veicolo potesse essere usato per altre scorribande - i militari hanno trovato una mazza da 30 kg e una pinza da chirurgo, tutta attrezzatura caricata in auto dai malfattori e pronta per l'utilizzo.

 

Dalla Redazione

Foto Ivan Romano

 

 

Seguici anche su: