Fermato un 40enne del posto, che ha quasi investito due carabinieri

 

Poteva finire in tragedia una lite scoppiata per futili motivi nella mattinata del 22 maggio ad Altavilla Silentina, piccolo centro della valle del Sele. Un agricoltore del posto, 40 anni, in seguito ad uno stato d'ira scaturito per futili motivi (pare che avesse litigato con un'altra persona per questioni relative ad un terreno), si è messo alla guida del suo trattore e nel farsi largo ha quasi investito due carabinieri della locale stazione, il maresciallo Massimiliano Mirra e il vice maresciallo Pierpaolo Coppola, intervenuti sul posto per calmare l'uomo.

I due militari, per evitare di finire schiacciati, sono stati costretti a lanciarsi in un canale che costeggia lo stradone della zona. Colto dalla rabbia l'uomo - secondo quanto riferito dai militari della compagnia di Eboli, agli ordini del capitano Alessandro Cisternino - ha inoltre rischiato di investire la madre (giunta sul posto insieme ai carabinieri) e ha poi inseguito un altro agricoltore, rimasto illeso in quanto riparatosi sotto un traliccio dell'alta tensione. Alla fine di un successivo inseguimento a piedi - conclusosi con una violenta colluttazione - i militari sono riusciti a trarre in arresto l'uomo, che è stato fermato per tentato omicidio e lesioni.

 

Marco De Simone

Foto Ivan Romano

 

 

Seguici anche su: