Cerca

Facebook

    

I carabinieri intervengono e lo salvano in extremis

 

Una notte di terrore, è stata vissuta da una giovane ragazza dopo una lite con il proprio fidanzato. La giovane ha dovuto apprendere dall'uomo, un giovane 30enne di Pontecagnano, una minaccia tremenda, un annuncio di suicidio. A mezzanotte e mezza scatta la richiesta di aiuto, che impegna uomini dei carabinieri e volontari del 118 nell'affannosa contro con il tempo, per evitare che da un litigio si finisse ad un epilogo tragico. Diverse volanti sono state dirottate tra la fascia costiera e l'abitato di Pontecagnano e alla fine dopo circa un'ora di intense ricerche, è stata individuata la Fiat Panda bianca del giovane. Il pronto intervento degli uomini della Compagnia dei Carabinieri di Battipaglia, ha permesso di ritrovare l'uomo nel pieno tentativo di suicidio, scollegando in tempo, il tubo posizionato per condurre dalla marmitta i gas di scarico dell'auto nell'abitacolo in cui l'uomo si era chiuso. Sottoposto immediatamente alle cure dei volontari del 118, l'uomo è rinvenuto e le sue condizioni sono state giudicate dai sanitari, buone. Ad abbracciarlo, proprio la fidanzata che aveva vissuto una notte di terrore, preoccupata dalla possibilità che si concretizzasse il folle gesto. 

 

Ivan Romano

Foto di Ivan Romano

 

Seguici anche su: