Cerca

Facebook

    

Scabrosa storia a Battipaglia: l'anziano finisce ai domiciliari

 

Verso le ore 19.45 circa di ieri, è pervenuta sull'utenza “113” del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Battipaglia la richiesta d'intervento di una pattuglia presso un rione popolare cittadino, in quanto i genitori di un bambino 12enne avevano sorpreso un uomo 90enne mentre molestava il loro figlio. Gli agenti della squadra investigativa, giunti immediatamente sul posto, hanno allontanato dal luogo l'anziano, data la tensione che aveva generato la notizia tra o residenti del posto, per evitare un’aggressione, e hanno proceduto ad una serie di riscontri per accertare la veridicità dei fatti. Le attività investigative hanno consentito di accertare che da circa 20 giorni l’anziano aveva preso di mira il minorenne, pedinandolo e proponendogli con insistenza di toccarlo nelle parti intime dopo essersi abbassato i pantaloni ed aver mostrato i genitali.

Dalle indagini è emerso che la stessa sorte era toccata anche ad un amico del ragazzino, 14enne e diversamente abile. Il 90enne, infatti, in più occasioni si era mostrato ai due minorenni seminudo, chiedendo loro di toccarlo e di farsi toccare. Le risultanze delle indagini hanno consentito l'arresto dell’anziano, ritenuto responsabile di stalking, atti sessuali compiuti nei confronti di minore degli anni 14 e degli anni 16 aggravato dalle condizioni psichiche di uno dei due minorenni, nonché per atti osceni in luogo pubblico. L’arrestato è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto la sottoposizione agli arresti domiciliari immediatamente eseguita dagli stessi poliziotti del Commissariato di Battipaglia.

 

Comunicato stampa questura di Salerno

Foto Ivan Romano

 

 

 

Seguici anche su: