Tentativo di truffa, martedì pomeriggio, in via Iannicelli a Salerno

 

Si sono presentati presso l'abitazione di un'anziana donna di 84 anni, residente in via Iannicelli, fingendosi ex inquilini del condominio e amici della figlia della donna, allo scopo di truffare la malcapitata. Per convincere l'anziana avevano costruito una storia ad hoc: ex inquilini del palazzo, si erano trasferiti e siccome la loro abitazione era in fase di ristrutturazione volevano avere la possibilità di far custodire alla figlia della donna i loro oggetti preziosi, magari all'interno della cassaforte di casa.

L'anziana in un primo momento ha abboccato e, quando si è sentita dire dai due che erano amici della figlia, ha aperto loro la porta: dopo aver ascoltato la loro storia ha però sentito puzza di bruciato e, memore delle campagne di sensibilizzazione portate avanti dalla questura di Salerno, diretta dal questore Antonio De Iesu, si è rifiutata di rivelare la posizione della cassaforte e ha riferito ai due di voler prima contattare la figlia.

A quel punto i due truffatori si sono arresi e si sono allontanati. Prontamente la donna ha quindi contattato prima la figlia e poi ha denunciato quanto accaduto al 113. "Il questore De Iesu - si legge in una nota della questura di Salerno - ribadisce alle persone anziane di essere sempre vigili, di diffidare da persone sconosciute che chiedono, a qualsiasi titolo, del danaro e di non aprire la porta a sconosciuti anche se affermano di essere amici dei loro figli o si spacciano per funzionari di società di servizi pubblici, agenti assicurativi o addetti alla consegna di pacchi contenenti prodotti acquistati da loro familiari per i quali c’è da pagare un corrispettivo. Quasi sempre si tratta di truffatori".

 

Marco De Simone

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: