Occupata un'ala dell'ex conservatorio

 

Sgomberati dall'ex scuola di Canalone, i membri dell'omonimo comitato, che tra le altre cose si oppongono al progetto Porta Ovest, i cui lavori sono in corso, hanno occupato un'ala dell'ex conservatorio di Salerno. In una nota emessa il giorno 9 giugno 2014 gli occupanti hanno espresso forti critiche al progetto Porta Ovest, chiedendo che l'attenzione delle istituzioni venga focalizzata sulle questioni sociali come quella del diritto alla casa, in quanto ormai sono molti quelli che non possono permettersi una abitazione: "Anche a Salerno, ormai in tanti (specialmente moltissimi giovani) lavorano per salari bassissimi, per 400-500 euro al mese, per 2-3 euro all'ora, e moltissimi non lavorano affatto - si legge in una nota del collettivo - Di conseguenza, una parte della popolazione ha preso la strada dell'emigrazione, mentre altri, in tanti, si ritrovano costretti a rinunciare ad un futuro costruito in libertà. In questa situazione, disperazione, rinuncia ed attesa sono risposte diffuse, spesso anche da parte della popolazione giovanile. Si aspetta, sperando nelle promesse di fuoriuscita dalla crisi. Le alternative, però, ci sono. Tra queste, c'è quella della risposta diretta ai bisogni e diritti negati, attraverso la riappropriazione degli spazi e delle risorse inutilizzate ed abbandonate. Una risposta che è anche una proposta politica: utilizzare i beni comuni, come sono anche gli spazi abbandonati e non utilizzati, per rispondere ai bisogni sociali. Spazi e case ci sono, è legittimo e necessario metterli a disposizione per rispondere ai bisogni emergenti dei tanti precari, disoccupati, migranti che vivono in città. L'ex Scuola Canalone è un esempio di questa possibile politica alternativa. Un esempio da continuare a tenere vivo".

 

Dalla Redazione

Foto Ivan Romano

 

Salerno, assemblea permanente per l'ex Scuola Canalone

Salerno, sgomberata la scuola ex Canalone

 

 

 

 

Seguici anche su: