Il fenomeno nella giornata di ieri, causato dalle tempeste solari

 

Anche a Salerno e provincia, così come in moltissime zone dell'Italia e in tutto il mondo, nella giornata di ieri ci sono stati cattivi funzionamenti di Internet e dei telefoni cellulari: "colpa", come si evidenzia da più parti sul web (che ha ripreso a funzionare) dell'attività solare, più precisamente dei flares, brillamenti della nostra stella che hanno portato il nostro pianeta ad essere "investito" da particelle di energia che, per diverse ore, hanno provocato malfunzionamenti e blackout ad Internet e ai telefoni cellulari. Anche WhatsApp, la famosa applicazione di messaggistica istantanea, non ha funzionato per diverse ore. Nel dettaglio, come evidenziato da diversi siti specializzati, ci sono stati tre brillamenti di classe X nel giro di 24 ore: le tempeste solari hanno quindi raggiunto il nostro pianeta (in un primo momento non sembravano dirette verso la Terra) ed hanno messo fuori uso diversi satelliti. Nessun problema per la salute, secondo quanto viene riferito: il campo magnetico terrestre, insieme alla nostra atmosfera, ha fatto da scudo e il fenomeno dei giorni scorsi non è stato tra i più intensi.

L'ATTIVITA' DEL SOLE - Il Sole è la nostra stella madre, fonte di energia e di vita per il pianeta Terra. Brucia idrogeno mutandolo in elio tramite reazioni di fusione nucleare, ossia un processo molto meno pericoloso della fissione nucleare, con la quale si fanno funzionare le armi atomiche. L'attività solare consiste nelle macchie solari, nelle facole e nei flares, o brillamenti. Le macchie solari sono regioni del Sole di colore più scuro rispetto al resto della superficie, con una temperatura più fredda: sono caratterizzate da un forte campo magnetico. Le facole sono invece regioni del Sole molto più brillanti rispetto al resto della superficie e si trovano nella fotosfera o nella cromosfera. Quando compaiono le facole si avranno successivamente le macchie solari o i brillamenti (flares): queste vere e proprie eruzioni solari danno luogo a protuberanze e all'emissione del vento solare.

 

Dalla Redazione

Foto Ivan Romano

 

Seguici anche su: