L'uomo, rientrato a casa ubriaco, ha accusato la donna di averlo tradito

 

Ennesimo caso di violenza sulle donne ed ennesimo arresto dei carabinieri: è accaduto, nella notte tra domenica e lunedì, a Pontecagnano Faiano. Protagonista della vicenda un cittadino romeno di 53 anni - già noto alle forze dell'ordine - e, suo malgrado, la compagna 50enne, anch'ella di nazionalità romena. Secondo quanto riferito dai militari della compagnia di Battipaglia - diretti dal capitano Giuseppe Costa - l'uomo è rientrato, nel cuore della notte, a casa ubriaco, cominciando - come fatto altre volte - ad inveire contro la compagna accusandola di tradirlo.

L'ha quindi costretta ad uscire di casa e a dormire su un divano sistemato sul pianerottolo e, non contento, ha ripreso ad inveire contro la donna scagliandole un piatto di ceramica sul volto, colpendola al labbro e procurandole un profondo taglio. La donna ha quindi avvisato i carabinieri che sono giunti sul posto e hanno fermato l'uomo, non senza difficoltà visto lo stato di ebbrezza. La donna è stata condotta al pronto soccorso dell'azienda ospedaliera universitaria di Salerno: il taglio riportato è stato giudicato guaribile in dieci giorni. L'uomo è stato invece condotto in camera di sicurezza, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

 

Marco De Simone

Foto Ivan Romano

 

 

Seguici anche su: