La prontezza della titolare evita il peggio: fermato un 40enne

 

Paura ieri pomeriggio intorno alle 18 e 30 in via Posidonia per un tentativo di rapina ai danni di una gioielleria. Secondo quanto riferito dalla questura di Salerno un uomo, sceso da un'autovettura, armato di pistola, è entrato in una gioielleria della zona ed ha minacciato i due titolari, fratello e sorella, di consegnargli un pacco con catenine, bracciateltti d'oro e altri preziosi che i due titolari stavano mostrando ad un cliente entrato in precedenza. La titolare ha quindi agguantato il pacco con i preziosi e si è rinchiusa nel caveau: il rapinatore, quindi, dopo aver minacciato nuovamente i presenti ha rinunciato ed è uscito dalla gioielleria, salendo su un'automobile sulla quale c'era un complice ad attenderlo.

Il titolare della gioielleria ha quindi avvertito la polizia fornendo alcuni dettagli sull'automobile: è stato così quindi che gli agenti della sezione Volanti sono riusciti a bloccare l'autovettura nella zona di via G. Angrisani. A bordo però c'era solamente il conducente, mentre del passeggero - che era entrato nella gioielleria - non c'era traccia. Il conducente, identificato per un salernitano di 40 anni, già noto alle forze dell'ordine, è stato fermato per tentata rapina. Sono in corso indagini, da parte della polizia, per identificare l'altro complice, esecutore materiale del tentativo di rapina.

 

Marco De Simone

Foto Ivan Romano

 

 

 

Seguici anche su: