Lo spaccio avveniva a Pagani e in comuni limitrofi dell'agro nocerino sarnese

 

Associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti: con questa accusa quattro persone, tra Pagani e Nocera Inferiore, sono state tratte in arresto dai carabinieri del comando provinciale di Salerno e del reparto territoriale nocerino. L'operazione, eseguita su provvedimento del giudice per le indagini preliminari presso il tribunale di Salerno su richiesta della locale DDA, è scattata questa mattina e, come riferito dagli inquirenti, consiste nel prosieguo dell'operazione Taurania Revenge, condotta dai carabinieri lo scorso mese di maggio e che ha portato al fermo di 40 persone (tra domiciliari e in carcere) dedite - anche con condotte organizzate - allo spaccio di stupefacenti a Pagani e in comuni limitrofi dell'agro nocerino sarnese.

Le misure in argomento - si legge in una nota della procura della Repubblica presso il tribunale di Salerno - scaturiscono dalla pronuncia del Tribunale del Riesame di Salerno, che ha rilevato come le condotte poste in essere dai 4 destinatari del provvedimento, già sottoposti al regime degli arresti domiciliari nell’ambito della citata operazione “TAURANIA REVENGE” (attualmente liberi), fossero riconducibili al reato di associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti (art. 74 del dPR 309/1990), mentre nell’originaria misura veniva loro contestato il solo reato di spaccio di stupefacenti (art. 73 dPR n. 309 del 1990).

 

Dalla Redazione

Foto Ivan Romano

 

Seguici anche su: