Arrestato un 52enne di Nocera Inferiore per lesioni aggravate causate da accoltellamento e porto abusivo di arma bianca

 

Nella serata di ieri, intorno alle ore 22.30, agenti della Polizia di Stato appartenenti al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore sono intervenuti in Via Nazionale a Nocera, a seguito della segnalazione di una violenta lite per strada, ed hanno arrestato tale A. G., residente a Nocera Inferiore, di anni 52, responsabile di lesioni aggravate e porto abusivo di arma bianca (coltello).

I poliziotti che si trovavano già in zona impegnati in un posto di controllo, a seguito della segnalazione fatta da alcuni cittadini, sono immediatamente intervenuti ed hanno trovato A. G. disteso per terra con affianco un coltello intriso di sangue, accertando che poco prima del loro arrivo A. G., nel corso della lite, aveva colpito col coltello due persone, un minorenne e il suocero di quest’ultimo che era intervenuto in suo soccorso.

La lite era scaturita dal fatto che A. G. si era recato sul posto, presso l’abitazione di una sua amica, per farsi riconsegnare una serie di oggetti che nel corso del tempo le aveva regalato, e quest’ultima, riposti gli oggetti in un sacchetto glie li aveva lanciati dal balcone ubicato al secondo piano dell’edificio ma, inavvertitamente, il sacchetto era probabilmente planato su uno dei balconi ubicati al primo piano.

A. G., allora, saputi i nomi dei condomini abitanti al piano sottostante, aveva citofonato con insistenza per chiedere che controllassero sui loro balconi e gli riconsegnassero l’involucro e ottenuta una risposta negativa ha iniziato ad inveire nei loro confronti continuando a bussare con insistenza al citofono.

Ad un certo punto è sceso un giovane abitante in uno degli appartamenti del primo piano per invitare A. G. a smetterla di importunarli e ad andare via; poco dopo è sopraggiunto il suocero del minore che ha ribadito le stesse frasi nei confronti di A. G. il quale, in preda ad un forte stato di agitazione, ha estratto un coltello dalla tasca ed ha colpito con alcuni fendenti alle braccia sia il minore che il suocero procurandogli lesioni poi giudicate guaribili dai medici del locale ospedale rispettivamente in 7 e 3 giorni s.c.

 

Comunicato stampa Questura di Salerno

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: