Il collettivo invita a non comprare prodotti israeliani

 

Si è svolta in mattinata, alle 11.00, presso la sala Marthin Luther King adiacente alla struttura del “Volto Santo”, a Salerno in zona Pastena, la conferenza stampa di presentazione della campagna di “Boicottaggio Disinvestimento e Sanzioni” da parte del Comitato salernitano in solidarietà al popolo palestinese. Dopo aver sensibilizzato in due occasioni le coscienze dei cittadini salernitani nei riguardi del massacro che Israele compie nel silenzio assenso del mondo civile ed aver fattivamente incontrato - nei giorni scorsi - Guido Arzano, Presidente della Camera di Commercio di Salerno, raccogliendone il consenso, il “Collettivo Handala” pone le basi per intensificare le trame di un boicottaggio economico che si pone l’obiettivo di eliminare l’Apartheid israeliano sulla falsariga di quanto avvenuto in Sudafrica poco più di venti anni fa. "Per sconfiggere alla radice questo moderno genocidio bisogna colpire gli ingranaggi monetari, bisogna boicottare economicamente, evitando la violenza ottusa delle armi" riferiscono gli organizzatori dell'iniziativa, che hanno segnalato il sito bdsItalia, sul quale trovare informazioni sui prodotti inseriti nella lista da boicottare. Il Comitato vuole raggiungere lo scopo di "coinvolgere la cittadinanza a non acquistare prodotti israeliani onde evitare di rendersi complici indiretti di Israele".

 

Alfredo Mercurio

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: