Le misure disposte dal gip / L'AUTOPSIA / GLI ARRESTI / LE INDAGINI / IL RITROVAMENTO

 

Omicidio Di Francesco, il giudice per le indagini preliminari ha convalidato i fermi per i figli del 69enne, che hanno confessato l'omicidio del padre. Per il figlio è scattata la misura degli arresti domiciliari (a suo carico le accuse di omicidio volontario e distruzione di cadavere) mentre per la figlia della vittima è stata disposta la presentazione alla polizia giudiziaria (la donna è invece accusata di concorso in distruzione di cadavere). Il figlio della vittima, nel pomeriggio del 5 agosto, nella propria abitazione di Montecorvino Pugliano aveva colpito a calci e pugni, uccidendolo, il genitore, quindi nella tarda serata aveva condotto - insieme alla sorella - in cadavere nella zona di Occiano di Montecorvino Rovella, dove è stato dato alle fiamme. Il corpo dell'uomo era stato poi ritrovato da un pastore nella mattinata del 6 agosto. Agli investigatori, nel corso della confessione, i figli hanno raccontato di anni di vessazioni subite dal genitore.

 

Dalla Redazione

Foto Ivan Romano

 

LEGGI ANCHE:

Omicidio Di Francesco, la verità dell'autopsia

Montecorvino, svolta nelle indagini: identificato il cadavere carbonizzato. Fermati i figli della vittima

Corpo carbonizzato a Rovella, mense passate al setaccio

Montecorvino Rovella, ucciso e dato alle fiamme

 

 

Seguici anche su: