Il questore Alfredo Anzalone spiega il piano sicurezza ai microfoni di LiraTv

 

Manca davvero poco all'inizio del campionato 2014/2015 e in attesa dell'ufficializzazione dei campionati, in sospeso a causa delle richieste di ripescaggio in serie B, a cui partecipano anche le tre campane Juve Stabia, Salernitana e Benevento, il questore Alfredo Anzalone appare ottimista in merito alla sicurezza delle partite a rischio. Il questore di Salerno, intervistato da LiraTv, ha dichiarato:

"Non sono pessimista, se il problema si verificherà lo affronteremo: pensare oggi che ogni incontro sarà una battaglia e che tutto sarà negativo non mi va. Lo vedremo di volta in volta e prenderemo i provvedimenti necessari. Stiamo cercando di rimodulare i servizi tenendo conto delle tante criticità, cerchiamo di sforzarci per avvicinarci alla realtà, non a quello che pensiamo possa accadere. Il Comune di Salerno ha recepito immediatamente i nostri messaggi. L’obiettivo da raggiungere nelle gare più calde è separare con una barriera i tifosi. I contanier? Non mi affascinano, non è una bella immagine per chi va allo stadio: se sarà indispensabile adotteremo questa soluzione ma solo in estrema ratio. Credo che possa bastare una barriera e una maggiore presenza delle forze dell’ordine per evitare che le tifoserie si tocchino e si guardino”.

Il questore Anzalone si è poi espresso anche sulla questione Daspo, “Va valutato con maggiore attenzione il tentativo di ingresso allo stadio senza il possesso del biglietto, cosa che è da Daspo. Coloro che fanno ciò sono quelli che creano più criticità perchè non hanno l’abbonamento e non rischiano nulla se lo stadio è chiuso”.

 

Ivan Romano

Foto di Ivan Romano

 

Seguici anche su: