Degrado alla stazione della Metropolitana di via Picarelli a Torrione

A Salerno esiste una stazione fantasma ed è la stazione della Metropolitana di Torrione di via Picarelli. "Anche qui siamo a Salerno, presunta città europea. Siamo stanchi di questa situazione, è ora che qualcuno si mobiliti”: na voce fra tante, quella di Giovanni Martino, ad evidenziare il disagio che vivono i cittadini del quartiere Torrione. Si tratta nella fattispecie dei residenti del Parco Verde sito in via Picarelli, adiacente alla fermata della metropolitana di Torrione, la fermata che in base al progetto iniziale prevede due ingressi, è al contrario fruibile solo dall’entrata di via Pietro del Pezzo, gli abitanti di via Picarelli devono dunque allungare notevolmente il cammino per usufruire del servizio Metropolitana. L’ingresso di via Picarelli è ostruito da un cantiere ormai fermo da mesi per questioni logistiche e ritardi organizzativi.

La zona, delimitata da un cancelletto divelto nottetempo, al calare del sole si trasforma in una discarica a cielo aperto, presidio di tossici, teatro tragicomico del disagio umano. I residenti sono provati dalla situazione disagiante, temono per la propria incolumità e lanciano un appello all’amministrazione comunale affinché vengano risolte le problematiche inerenti alla zona. Arriva la risposta dell’assessore alla mobilita del Comune di Salerno, Luca Cascone, che prova a placare gli animi dei residenti di via Picarelli: “Speriamo di riuscire a sistemare il tutto entro la fine dell’anno solare, abbiamo riscontrato numerosi problemi perché gran parte di quell’area è di proprietà privata”. La querelle è ancora aperta, la palla passa ora al Comune, ci si augura che il problema venga risolto in tempi relativamente brevi.

 

Alfredo Mercurio

Foto di Ivan Romano

Seguici anche su: