In manette due cittadini di nazionalità marocchina

 

Nelle prime ore della mattinata odierna, i Carabinieri del Reparto Operativo di Salerno, nell’ambito di specifici servizi di controllo del territorio, mirati in particolar modo al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto due cittadini di nazionalità marocchina, un 40enne e un 25enne, entrambi residenti sulla litoranea di Campolongo, nel comune di Eboli, regolari sul territorio nazionale.

I due sono stati notati, nel corso di un servizio mirato di tipo preventivo, mentre si trovavano su una piazzola di sosta che costeggia la strada litoranea, il più giovane intento ad osservare il passaggio di connazionali e di avventori che affollano tutti i giorni la località, mentre l’altro a poca distanza svolgeva le funzioni di vedetta. Dopo poco, i due si sono diretti presso una casa poco lontana, poi rivelatasi la loro abituale dimora.

Insospettiti dall’atteggiamento, i militari hanno deciso di sottoporli a controllo; a seguito di perquisizione domiciliare e personale, i Carabinieri hanno rinvenuto inizialmente circa 100 grammi di marijuana, suddivisa in dosi e pronta per lo smercio. Nel prosieguo delle operazioni, abilmente occultati all’interno di bidoni già utilizzati per contenere vernice, nascondiglio ritenuto sicuro anche per sviare l’eventuale controllo delle unità cinofile, i militari dell’Arma hanno trovato 5 cuoppi di giornale, in cui erano custoditi ulteriori 550 grammi circa della medesima sostanza stupefacente.

All’interno dell’abitazione sono stati poi rinvenuti un bilancino di precisione ed il necessario per il confezionamento delle dosi, che una volta preparate ed immesse sul locale mercato avrebbero fruttato ai due alcune migliaia di euro. Il materiale e lo stupefacente rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro. I due extracomunitari sono stati pertanto tratti in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed associati in regime di detenzione presso la Casa Circondariale di Salerno, a disposizione dell’Autorità giudiziaria per il rito direttissimo, fissato nella mattinata di lunedì 8 settembre.

 

Dalla Redazione

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: