Anziana incastra truffatore a Giffoni Sei Casali

 

Sventato a Giffoni Sei Casali l'ennesimo tentativo di truffa ai danni di persone anziane: protagonisti un cittadino partenopero di 34 anni, già noto alle forze dell'ordine e una 90enne residente nel comune picentino. Il 34enne si è presentato alla porta dell'anziana dicendo di dover consegnare del materiale elettrico ordinato dal figlio della donna, pretendendo per la consegna la somma di 500 euro. Il truffatore aveva con sé un pacco imballato con tanto di indirizzo: la donna non ha battuto ciglio ed è rientrata in casa, fingendo di andare a prendere il denaro richiesto. Ha invece allertato il 112 e sul posto si sono recati i carabinieri della stazione di Giffoni Sei Casali, che hanno pizzicato il truffatore, lo hanno appunto identificato per un cittadino napoletano di 34 anni - già noto alle forze dell'ordine - e lo hanno denunciato per tentata truffa.

All'interno del pacco erano presenti solamente dei fili elettrici: i carabinieri lo hanno così sequestrato, così come hanno sequestrato l'autovettura utilizzata dal truffatore per recarsi nella zona. I militari hanno scoperto che l'autovettura aveva una targa alterata, allo scopo di non permettere di risalire al proprietario del veicolo. Sono in corso indagini da parte dei carabinieri per accertare il coinvolgimento del truffatore in altri episodi commessi in zona. L’arzilla vecchietta ha riferito di essersi insospettita per l’insolita consegna poiché aveva letto su un giornale di una truffa ai danni di un anziano perpetrata con le stesse modalità. I carabinieri da tempo, attraverso anche una martellante campagna mediatica (sul sito istituzionale vi è una sezione dedicata, sono stati stampati e distribuiti opuscoli informativi e, finanche, dai pulpiti delle chiese sono stati lanciati appelli), non mancano di richiamare l’attenzione degli anziani sul fenomeno.

 

Marco De Simone

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: