Trent'anni di carcere per Luca Gentile 

 

 

Omicidio volontario e trent'anni di carcere è la richiesta di pena avanzata dal pubblico ministero Elena Guardino al Gup Stefano Berni Canani per Luca Gentile, il giovane di 22 anni che uccise il suocero Eugenio Tura De Marco lo scorso 20 febbraio 2016.

L'omicidio avvenne all'interno dell'abitazione del padre della fidanzata Daniela, in piazza Matteo Aiello nel rione Fornelle del centro storico di Salerno. Una coltellata al fianco non ha lasciato speranze di sopravvivenza al 62enne che fu ritrovato senza vita la sera stessa. 

I legali di Luca Gentile hanno chiesto e ottenuto per il loro assistito il processo con il rito dell’abbreviato che garantirà uno sconto di pena.

Daniela Tura De Marco, figlia della vittima e fidanzata dell’assassino, accusata di concorso morale nell’omicidio comparirà il prossimo 5 giugno dinanzi ai giudici della Corte d’Assise.

La giovane ha scelto di essere giudicata con il rito ordinario.

 

Dalla Redazione

Foto Freelance News 

 

Seguici anche su: