Un libro racconta le Riserve Naturali Foce Sele Tanagro e Monti Eremita Marzano

 

 

 

Giovedì, alla Camera di Commercio, si presenta “Paesaggi, ecosistemi, flora e fauna” di Maria Gabriella Alfano e Romina Fusillo.

Uno studio dettagliato sulla ricchezza biologica delle Riserve Naturali Foce Sele Tanagro e Monti Eremita Marzano

La lontra, il granchio di fiume, l’airone, la raganella, la trota, la libellula sono solo alcuni degli esemplari della fauna che abita le Riserve Naturali Foce Sele Tanagro e Monti Eremita Marzano. Le tantissime specie, che fanno delle Riserve un sito di grande interesse per la biodiversità, sono raccolte nel libro "Paesaggi, ecosistemi, flora e fauna -  la ricchezza biologica delle Riserve Naturali Foce Sele Tanagro e Monti Eremita Marzano" edito da Areablu, che sarà presentato il prossimo 14 settembre alle 17:00, nella sala Genovesi della Camera di Commercio di Salerno.

Il libro si compone delle immagini del fotografo Massimo Gugliucciello, che da tempo documenta l’habitat del Sele-Tanagro e di Roberto Alfonso Apicella, Manlio Marcelli, Romina Fusillo, Elio Esse, Francesco Pecoraro. I testi descrittivi delle specie animali, di grande rigore scientifico, sono dell’ecologa animale Romina Fusillo,  l’inquadramento cartografico degli architetti Ivonne De  Notaris e Mariarosaria Ianucci.

Il volume si apre con la descrizione del territorio delle Riserve Naturali e dei suoi straordinari paesaggi, curata da Maria Gabriella Alfano, architetto che, come Commissaria dell’Ente Riserve, ha promosso lo studio pubblicato nel libro: “Obiettivo principale di questa iniziativa - afferma Maria Gabriella Alfano - è accrescere la sensibilità del pubblico verso un territorio in cui la qualità dell’aria, dell’acqua e del suolo è ancora alta e garantisce la permanenza di questo ricchissimo habitat. Mi auguro che la lettura del libro, con le sue bellissime immagini della fauna, dei boschi, dei fiumi, dei paesaggi, faccia nascere la voglia di visitare questi luoghi e di tutelarli contro tutto ciò che può minacciare la loro integrità e la loro bellezza.”

Oltre agli autori e all’editore Gerardo Di Agostino, interverranno il presidente di Federparchi Giampiero Sammuri, il presidente del WWF Oasi, Antonio Canu e quello di  Legambiente Campania, Michele Buonomo. Modererà il giornalista de La Repubblica Pasquale Raicaldo.

Le Riserve Naturali “Foce Sele – Tanagro” e “Monti Eremita-Marzano” si estendono per quasi diecimila ettari lungo la fascia litoranea che fiancheggia la foce del fiume Sele, sulle sponde dei fiumi Sele ,Tanagro e Calore la prima e  sul massiccio dei monti Eremita e Marzano la seconda.

L’area protetta comprende trentanove comuni, nelle province di Avellino e di Salerno, e cinque comunità montane. Il territorio delle Riserve si distingue per le elevate qualità ambientale e biodiversità, riconosciute dalla Comunità Europea che vi ha localizzato diversi siti di importanza comunitaria (SIC): quello della fascia costiera nei comuni di Capaccio ed Eboli, quello alla confluenza dei fiumi Sele e Tanagro, quello dell’alto Calore Salernitano, e quello del Monte Eremita.

Nel tratto fluviale dei comuni di Campagna, Serre e Persano è presente una zona umida di interesse internazionale che ospita numerose e rarissime specie vegetali e animali.

 

Comunicato Stampa Ente Riserve

Foto locandina

Seguici anche su: