Un progetto associativo per i commercianti di Nocera

 

 

 

Uno scopo meramente sociale, una motivazione legata soltanto alla voglia di fare qualcosa per lo sviluppo della propria città: sono gli obiettivi dichiarati da Alfonso Vicidomini, presidente della nuova associazione dei commercianti di Nocera Inferiore, Agroimprese.

E il motto adottato da Agroimprese è proprio “voglia di fare”, ovvero proporsi quale interlocutore collaborativo nei confronti delle istituzioni, per procedere lungo un percorso fatto di piccoli interventi rivolti a risolvere problemi quotidiani affrontati dai commercianti, senza grossi proclami ma con fattiva operatività.

E l’impronta data dai fondatori di Agroimprese, nata dal distacco di alcuni membri di Confcommercio (Luca Orefice, Picaro Alfonso, Mancusi Francesco, Morrone Emilia, Montuori Pasquale, Antonio Giugliano) con l’intento di fare una scelta costruttiva nell’interesse della città, è evidente già dalla strutturazione degli organi sociali. Insieme al Presidente opera infatti un Comitato Direttivo composto dai soci fondatori, cui si affiancheranno i referenti scelti per ciascun quartiere.

In questo modo, nessun luogo della città sarà trascurato e ogni referente si farà portavoce delle istanze dei commercianti del proprio quartiere, spingendo così l’associazione a presentarle all’amministrazione comunale o all’ente competente.

“All’interno del gruppo – spiega Vicidomini – abbiamo delle persone che studiano le normative per individuare interventi risolutivi dei problemi dei commercianti, laddove ne esista la possibilità. In altre parole, vogliamo solo far valere dei diritti, senza farli passare per favori concessi.

Intanto abbiamo già ottenuto un primo risultato, riuscendo ad avere la deroga per l’organizzazione di eventi in Piazza del Corso da giugno a settembre, grazie anche ad un interlocutore attento che è l’Assessore comunale allo Sviluppo, Antonio Franza”.

 

Comunicato Stampa Agroimpresa

Foto logo

Seguici anche su: