L'appuntamento durante la Sagra della Nocciola e del Cinghiale

 

 

 

Il 3 settembre dalle 9:30, durante la 33° edizione della “Sagra della Nocciola e del Cinghiale”, a Gaiano di Fisciano (SA) prenderà vita GaianoExperience.

«GaianoExperience, sarà un’esperienza unica tra l’oasi naturalistica di Frassineto e le strade del borgo medievale di Gaiano» - afferma Giuseppe Ruggiero, presidente del Circolo Culturale Gerardo Pecoraro, promotore dell’iniziativa - «Quest’anno, infatti, oltre a proporre come sempre le nostre antiche ricette culinarie, si è posta l’attenzione sulla storia, la cultura e la magnifica cornice naturalistica che offre Gaiano. Sette le associazioni partner dell’iniziativa, tutte operanti sul territorio di Fisciano: ViVi Fisciano, Irno Trek, Legambiente Valle dell’Irno, Enjoy, Cambiamenti, Lancusi@Work ed EnergEtica.

Partner ufficiali della manifestazione sono anche l’azienda agricola biologica “Barone Antonio Negri” e l’azienda agricola biologica “Zafferano di Gaiano”».

«Il progetto, nato nella scorsa primavera grazie all’evento GaianoinTour promosso in collaborazione con ViVi Fisciano, subito ha riscosso grande attenzione tra le varie associazioni prima menzionate - afferma Gaetano Genovesedirettore artistico della manifestazione - «Valorizzare le nostre radici, il nostro patrimonio artistico-culturale oltre a quello naturalistico e culinario fungerà da volano per dare una un’impronta turistica a Gaiano».

Il programma della giornata sarà articolato in diverse tappe tra escursionidegustazioni di prodotti tipici, il pranzo della sagra oltre alla fattoria didattica della nocciola.

IL PROGRAMMA

GaianoExperience inizierà con la colazione a base dei dolci tipici gaianesi all’oasi naturalistica di Frassineto, gestita dal circolo Legambiente Valle dell’Irno.

«Un’idea brillante quella di valorizzare quest’anno non solo i prodotti tipici del posto ma anche i luoghi della storia, della memoria e le bellezze paesaggistiche e naturalistiche del territorio» - afferma Giovanni Gioia, vicepresidente del circolo Legambiente Valle dell’Irno - «Gli avventori potranno godersi l’amenità dell'oasi naturalistica di frassineto passeggiando nel bosco in piena tranquillità.

Frassineto negli anni sta vedendo un forte incremento di visitatori e questa vetrina gaianese speriamo possa incentivare ulteriormente un turismo sostenibile e responsabile.

L’augurio è quello che questa esperienza possa essere ripetuta negli anni e che in particolare l’oasi diventi sempre più un tutt’uno col borgo di Gaiano, auspicando la nascita di un’offerta turistica territoriale puntando sulle tre chiavi di successo: natura, cultura e gastronomia». Gli fa eco Emanuela Pedrosi, presidente dell’associazione Irno Trek: «Ottima iniziativa, a cui abbiamo creduto fin da subito.

Irno trek si occuperà di far scoprire uno dei sentieri dell’area naturalistica di Frassineto, da un punto di vista naturalistico, argomentando sull’importanza della sicurezza e responsabilità in montagna».

Al termine dell’escursione, verrà servito l’aperitivo allo Zafferano di Gaiano dell’azienda biologica Pedrosi di Paolo Pedrosi: «Siamo orgogliosi di aver preso parte a questa bellissima iniziativa, noi da anni siamo impegnati nella coltivazione dello Zafferano di Gaiano e poter presentare questo prezioso prodotto “a casa” è davvero qualcosa di fantastico».

Al ritorno in paese nei giardini Giovanni Celenta, esclusivamente per gli avventori di GaianoExperience, verrà servito il pranzo della sagra con tutti i prodotti simbolo della “Sagra della Nocciola e del Cinghiale”. In sottofondo ascolteremo le note dell’ensemble musicale PercussionAmoPer i più piccoli invece, ci sarà l’animazione a cura dell’associazione Enjoy, coordinata da Carmine Iannone: «Siamo molto contenti di poter essere parte attiva di uno degli eventi comunali che ci sta più a cuore, anche perché conosciamo il grande impegno dell'organizzazione.

Forti del sodalizio stretto con loro in questi anni avremo il compito di curare l'aspetto ludico del GaianoExperience, un'iniziativa che permette di unire al preponderante aspetto culinario anche l'esperienza unica del contatto con la natura».

Inoltre, durante il pomeriggio, l’associazione EnergEtica, coordinata dalla presidentessa Grazia Notari, darà vita ad una fantastica caccia al tesoro: «Attraverso giochi semplici e divertenti cercheremo di trasmettere la bellezza del luogo e dello stare insieme. Siamo sicuri» - prosegue - «che lo stringere rapporti duraturi con le altre realtà sarà di beneficio per il territorio e per la cittadinanza del comune di Fisciano».

Dopo il pranzo, gli ospiti di GaianoExperience si tufferanno nel trekking urbano, curato dall’associazione ViVi Fisciano: «La collaborazione tra il Circolo Culturale e ViVi Fisciano darà la possibilità di far conoscere, a quanti parteciperanno all’iniziativa, l’antico borgo medievale di Gaiano e le residenze baronali delle famiglie Negri, Fiocchi e Fortunato» - afferma Vincenzo Ricciardi, presidente dell’associazione - «Siamo entusiasti perché GaianoExperience è la prima iniziativa organizzata sul territorio fiscianese che vede il coinvolgimento di varie associazioni, dove ognuna, con finalità diverse, cercherà di offrire un prodotto originale per la buona riuscita della manifestazione».

Durante la passeggiata per le strade del paese ci sarà inoltre la rievocazione storica del Barone Antonio Negri e la sua famiglia presso il proprio palazzo: «Interpretare il barone Negri, personaggio di spicco del territorio fiscianese durante l’800 sarà per noi un grande onore», afferma il presidente dell’associazione Lancusi@Work, Giuseppe Franco.

Al termine della passeggiata per le strade di Gaiano, gli ospiti di GaianoExperience vivranno l’esperienza della raccolta delle nocciole presso l’azienda agricola biologica “Barone Antonio Negri” di Monica Negri: «La mia famiglia ed io abbiamo sempre amato, da tempi lontani, questa  terra, in cui c’è ancora l’antico palazzo borbonico Negri, una volta solo residenza estiva. E, in quella che era solo una azienda agricola, ora c’è il mio agriturismo, intitolato appunto a mio padre, il barone Antonio Negri.

Mi fa molto piacere ospitare all’interno del palazzo la manifestazione rievocativa in costume e, poi, accogliere promotori e partecipanti all’iniziativa per un aperitivo nel mio agriturismo. Apprezzo l’iniziativa, con l’augurio che contribuisca a coinvolgere sempre più giovani del paese nel valorizzare tradizioni e costumi locali, nel recuperare e riproporre prodotti e ricette che andrebbero perduti e nell’inventarsi modi nuovi di attrazione turistica nell’area».

La giornata proseguirà con l’apertura degli stand gastronomici in piazza Antonio Negri e lo spettacolo musicale del gruppo Sette Bocche.

La giornata si concluderà con la “Notte Bianca della Sagra”, organizzata in collaborazione con La Plaza Bar e l’associazione CambiaMenti, coordinata dal presidente Daniele De Caro: «La nostra associazione parteciperà con i vincitori della Cena In Bianco 2017 per far conoscere alle persone presenti l'importanza del nostro evento: una cena urbana ecologica, allietata da buona musica, un’occasione per vivere l’aggregazione senza stereotipi e pregiudizi.

L’obiettivo di questo evento è essere tutti insieme testimoni dei valori rappresentati dalle 5 “E” (ETICA, ECOLOGIA, ELEGANZA, EDUCAZIONE, ESTETICA). Un’immensa sala da pranzo che celebra la vera tradizione italiana a tavola. La bellezza della condivisione, il senso più profondo della convivialità, la bellezza di apparecchiare per gli altri, di ospitarsi, il rispetto per il territorio facendo qualcosa di bello per se stessi e per l'amore della propria città. Una cena per gli occhi e per il cuore!».

 

Comunicato Stampa Qult

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: