Applausi e risate tutti per Marco

 

 


Una conferenza fuori dall'ordinario, con molti punti toccati, consigli e battute per gli oltre quattrocento ragazzi presenti in sale. Numerosi i temi affrontati, passando dal teatro fino ai sogni nascosti dell'attore romano. 
Giallini si è soffermato riuscendo sempre a catturare l'attenzione di grandi e piccini con la sua semplicità, soprattutto sul teatro che a sua detta sta affrontando una fase (transitoria) nel buio, infatti ha tenuto a precisare che durante un'opera si presta troppa attenzione ai tag, vivendo sempre meno l'incanto del teatro e così pian piano secondo il suo pensiero che la poesia sta morendo.

Ma il buon Marco detta anche le linee guida per uscire da questo tunnel: dedicate del tempo ai giovani e trasmettetegli i valori del teatro. 
Inoltre si è lasciato andare, svelando i suoi sogni nel mondo del cinema, dichiarando che gli sarebbe sempre piaciuto recitare in un film ambientato nel medioevo e perchè no interpretare il ruolo di Robin Hood o Dartagnan. 
La conferenza si è conclusa tra numerosi applausi e la consegna del premio "Giffoni Experience World" 2017. 


Ad incontrare le giurie anche la star del cinema italiano, Marco Giallini.

MARCO GIALLINI: è un attore italiano di teatro, cinema e televisione. Candidato per sei volte sia ai David di Donatello, che ai Nastri D'Argenti, premio, quest'ultimo, vinto per tre volte per i film "ACAB", "Tutta colpa di Freud" e "Perfetti sconosciuti".

Nel 2017 lo vediamo a cinema con "Beata ignoranza" di Massimiliano Bruno. Tra i suoi ultimi progetti "Rimetti a noi i nostri debiti" di Antonio Morabito e "Io sono Tempesta", lungometraggio di Daniele Luchetti.

 

 

Valerio Altobello

Foto Ivan Romano

 

Seguici anche su: