Cerca

Facebook

    

Un amato attore del cinema italiano

 

 

Tra gli attori presenti alla 47° edizione del Giffoni Film Festival, arriva anche Giorgio Colangeli.

GIORGIO COLANGELI  uomo di teatro prestato al cinema, ha esordito sul grande schermo in "Pasolini, un delitto italiano"di Marco Tullio Giordana. La consacrazione, però, è arrivata tre anni dopo con "La cena" di Ettore Scola; con il cineasta romano è stato impegnato anche per "Concorrenza sleale" e "Gente di Roma". Nel 2004 partecipa a "Dentro la città" e "Ogni volta che te ne vai". 

Al grande amore per il teatro e poi a quello per il cinema, Colangeli affianca una lunga carrellata di interpretazioni appassionate per la televisione: "Una donna per amico 3", "Le stagioni del cuore", "La Omicidi", "Questa è la mia terra" sono solo alcuni dei titoli che lo hanno reso un volto celebre al pubblico italiano. 
 
Grazie al ruolo di Luigi Sparti, il padre detenuto e assente de "L’aria salata" per la regia di Alessandro Angelini, l’attore romano ha vinto nel 2007 il David di Donatello.
 
Negli ultimi dieci anni Colangeli si è equamente diviso tra la presenza sul piccolo schermo - "Liberi di giocare", "Rino Gaetano - Ma il cielo è sempre più blu", "I liceali" - e gli importanti ruoli che il cinema ha continuato a destinargli - "Colpo d’occhio", "I galantuomini", "Il Divo", "Si può fare", "Alza la testa", "La donna della mia vita". 
 
L’ultimo anno lo ha visto nel cast di "Come saltano i pesci" di Alessandro Valori e nelle fiction di successo "Tutto può succedere" e "Felice Impastato". 
 
 
 
Dalla Redazione
 
Foto Ivan Romano
 
 
Seguici anche su: