La nota di Sinistra Italiana indirizzata al Capitano Lancetta

 

 

 

Abbiamo inviato - si legge in una nota di Sinistra Italiana Pontecagnano Faiano - al Capitano Lancetta comandante della Polizia Urbana di Pontecagnano Faiano, una lettera in cui riassumiamo una serie di criticità sulla viabilità e sul mancato rispetto del codice della strada e la diffusa mancanza di senso civico nella nostra comunità.

L’occasione nasce dal recente ripristino del doppio senso di circolazione in Via degli Aranceti, dove sono state assecondate le richieste di alcuni cittadini, richieste noncuranti della indispensabile sicurezza che viene meno.

Il senso unicodi circolazione fu istituito a causa delle ridotte dimensioni della carreggiata e dal pericolo rappresentato dalla presenza di un canale di irrigazione (senza alcuna protezione), da muri di recinzione e dall’assenza di banchina. Appariva assolutamente evidente il pericoloso e difficoltoso incrocio tra due veicoli in direzione opposta di marcia.

Non pensiamo che tali motivi siano venuti meno!

Secondo l’articolo 140 del codice della strada e al Decreto del Ministero dei Trasporti 5.11.2001 ogni corsia di marcia deve avere come larghezza minima per la misura di mt. 3,5 per senso di marcia

Riteniamo pertanto che via degli Aranceti non possa essere una strada a doppio senso di marcia in quanto in alcuni tratti raggiunge al massimo la larghezza totale di 3.5 mt e sicuramente non quella necessaria a garantire il doppio senso.

Abbiamo chiesto di intervenire organizzando un doppio senso alternato regolamentato da semaforo. Questo consentirebbe di ripristinale un minimo di sicurezza assecondando le necessità dei cittadini che hanno chiesto questo tipo di transito.

Circa il parcheggio selvaggio, abbiamo fornito una documentazione fotografica sui alcuni punti critici della nostra città che testimoniano non solo che esso crea ostacolo alla circolazione pubblica e privata ma che in alcuni casi crea anche situazioni di pericolo.

Abbiamo sottolineato che in questi anni si sono realizzati diversi parcheggi pubblici, l’ultimo in via Po, e la loro gratuità è stata mantenuta nel tempo. Non sappiamo se sia una cosa buona ma sicuramente questo dovrebbe spingere i cittadini ad utilizzarli assiduamente evitando di lasciare l’auto secondo convenienza, spesso sui marciapiedi o, ancora peggio, intralciando il traffico, se non addirittura bloccandolo. Questo è agevolato dal senso di impunità che si percepisce quando qualche cittadino prova a far osservare ai molti indisciplinati che forse sarebbe meglio parcheggiare altrove.

Le situazioni più critiche segnalate sono: il “Circuito Automobilistico del Centola”, In via Montegrappa, via Diaz, via Diaz, all’angolo di piazza Garibaldi, via Pisacane, via Solferino, piazza Pio X e la Litoranea.

Abbiamo inoltre evidenziato che per moltissime strade, specialmente quelle extraurbane, la segnaletica orizzontale o non è più esistente o che è così sbiadita che è come se non ci fosse. Molte persone che regolarmente corrono su tali strade, dove mancando i marciapiedi, si sentirebbero un poco più tutelati se la banchina fosse adeguatamente segnalata. L’ideale sarebbe, almeno per le strade principali, prevedere o un marciapiede o almeno una corsia pedonale ma ci rendiamo conto che forse è chiedere troppo visto che sono passati decenni e non si è fatto nulla.

Almeno facciamo le strisce!!!

Ci sembra di aver dato un quadro abbastanza completo di alcune criticità che sono lo specchio di un senso diffuso di illegalità e dello scarso senso civico che si manifesta ad esempio anche con la guida senza casco o nella violazione dei sensi unici.

Pertanto chiediamo all’Amministrazione di prendere al più presto le necessarie azioni correttive considerando il senso di disagio e di disaffezione dei cittadini verso le istituzioni che dovrebbero essere le prime a dare l’esempio.

 

Comunicato Stampa Sinistra Italiana

Foto Freelance News

Seguici anche su: