L'iniziativa dell'Asl Salerno svolta dal 13 al 19 ottobre

 

 

 

Si chiude con un bilancio più che positivo la campagna “Nastro Rosa 2017”, promossa dall’Asl Salerno per richiamare l’attenzione sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce delle patologie tumorali della mammella e della cervice uterina.

A tale scopo, in alcune strutture dell’Azienda, nella settimana dal 13 al 19 ottobre, sono state erogate gratuitamente visite, sedute di diagnostica ed altre prestazioni legate alla sfera delle predette patologie.

 L’invito rivolto a tutte le donne del territorio è stato accolto da numerosissime donne che, nei giorni previsti dal calendario, si sono recate presso gli ambulatori per sottoporsi a visite, esami, e per ricevere dagli operatori informazioni e consigli utili per la loro salute.

Il Direttore Generale Antonio Giordano ha accolto l’esito della campagna con viva soddisfazione: “E’ la risposta che ci auguravamo e che premia i nostri sforzi organizzativi. L’iniziativa conforta la necessità di implementare la politica di prevenzione per essere sempre più vicini alle esigenze dell’utenza”.

 Questo, nel dettaglio, il resoconto delle prestazioni erogate in questi giorni presso il Poliambulatorio di Pastena a Salerno ed i presidi ospedalieri di Battipaglia, Pagani, Sapri, Vallo della Lucania.

Poliambulatorio di Pastena – Salerno: circa 50 prestazioni tra pap test e mammografie:

P.O. Battipaglia: 30 prestazioni tra pap test ed interventi per la cura al dolore pelvico;

P.O. Pagani: circa 80 mammografia effettuate e circa 30 in programmazione;

P.O. Sapri: 130 prestazioni sanitarie tra mammografie ed esami ematochimici per marcatori tumorali;

P.O. Vallo: oltre 30 prestazioni di prelievo per HPV DNA Test e 43 visite senologiche.

 

Comunicato Stampa Asl Salerno

Foto Freelance News

Seguici anche su: