Le critiche di Cirielli parlamentare di Fratelli d'Italia

 

 

 

Sanità, Cirielli (FDI): “In Campania mancano i ferri chirurgici. Lorenzin disponga ispezione. Pronta un’interrogazione parlamentare”

“Nelle prossime ore depositerò un’interrogazione parlamentare per chiedere al ministro della Salute Beatrice Lorenzin di intervenire sull’ennesimo caso di malasanità in Campania che ha visto protagonista la facoltà di chirurgia dell’azienda universitaria di Salerno Ruggi d’Aragona dove al presidio di Cava dè Tirreni mancano da due anni i ferri operatori ”. E’ quanto annuncia in una nota il deputato salernitano di Fratelli di Italia, Edmondo Cirielli.

“Da oltre due anni - sottolinea Cirielli - i medici dell’azienda universitaria denunciano l’esigenza del cambio di ferri vetusti”.

“Un disagio - aggiunge il parlamentare salernitano - dovuto al mancato perfezionamento dopo ben due anni dell’iter di gara per la sostituzione dei ferri a cui i medici sono costretti a sopperire utilizzando i ferri personali”.

“Questo episodio - spiega l’esponente di Fdi – certifica il disastro della sanità in Campania”.

“E’ chiaro - conclude Cirielli come il tanto sbandierato cambiamento annunciato dal governatore della Campania Vincenzo De Luca sia solo un bluff.

E’ necessario intervenire sia sul piano nazionale, auspicando da parte del ministro Lorenzin l’invio di ispettori, che sul livello locale, attesa un'incapacità ma festa , anche attraverso la revoca dell’incarico al direttore generale dell’azienda universitaria Nicola Cantone”.

Plauso anche da esponenti locali di FDI-An: "Ringrazio l'on Edmondo Cirielli per aver portato all’attenzione del ministro della Salute Beatrice Lorenzin, attraverso un’interrogazione parlamentare, il caso della mancanza di ferri chirurgici all’azienda universitaria di Cava de Tirreni, denunciato dai consiglieri di Fdi Clelia Ferrara e Renato Aliberti. E’quanto dichiara in una nota Fabio Siani, portavoce di Fratelli di Italia nel Comune di Cava dei Tirreni.

“E’ giusto reagire - spiega Siani -  all’ennesimo sfregio perpetrato dal governatore della Campania Vincenzo De Luca ai danni dell’ospedale di Cava dè Tirreni, ridotto oramai al rango di ospedale africano come giustamente denunciano alcuni primari dello stesso nosocomio”.

“L'idea che il nostro plesso sia da oltre due anni sprovvisto dei ferri chirurgici e che i medici siano costretti ad operare con ferri personali la dice lunga sulla situazione di estrema precarietà. Se questa è la chirurgia universitaria, figuriamoci nel resto della Campania” - sottolinea il portavoce di Fratelli di Italia.

“Se il manager dell’azienda universitaria Nicola Cantone in due anni non riesce a perfezionare un iter burocratico per acquistare i ferri credo sia opportuno si dimetta” - continua l’esponente di Fdi.

“Questa purtroppo - conclude Siani - è la fotografia  della sanità europea tanto sbandierata dal presidente De Luca.

Non ci stupiamo se qualche sindacalista prone al potere di turno si allinei a questo andazzo, ma rimaniamo sbigottiti che il sindaco di Cava dè Tirreni anziché difendere la città si scagli contro il medico che ha l’unica colpa di aver denunciato l’ennesimo caso di malasanità.

Evidentemente Servalli ha gettato la sua maschera e dimostra che è più attento a tutelare il Pd anziché difendere la salute dei cittadini. Consigliamo al sindaco di fare retromarcia e assumersi le responsabilità conseguenti al ruolo di primo cittadino invece di anteporre gli interessi del suo partito il Pd a quelli dei cittadini”.

 

Comunicato Stampa Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale

Foto Freelance News

Seguici anche su: