La posizione del consigliere Lucio Mancino

 

 

 

Dopo il commento di Enrico Mentana e l'articolo del Fatto Quotidiano, la vicenda del manifesto di Noi con Salvini rischia di assumere connotati come prevedibile, nazionali.

"Sento il dovere di dissociarmi e dissentire come Consigliere Comunale e come cittadino di Giffoni Valla Piana - scrive Lucio Mancino di Giffoni Democratica - dal manifesto affisso nei giorni scorsi per le strade della nostra Città dal gruppo politico "Noi con Salvini". 

Ovviamente con il post del direttore Mentana il manifesto ha avuto una risonanza a livello nazionale che non certo farà onore ad una comunità che, come Giffoni, ha sempre dimostrato di essere aperta a qualsiasi forma di accoglienza e di scambio culturale e umano. Penso alle tante famiglie giffonesi che ogni anno ospitano nelle loro casa ragazzi provenienti da ogni parte del mondo.

Per quanto riguarda la riflessione politica sul manifesto al di là dei colori politici, non credo si possa paragonare l'operato di un dittatore con quello di un ex Presidente del Consiglio di una Repubblica Democratica, seppure il suo operato può non essere condivisibile sul piano politico.

Giffoni non merita di balzare alle cronache nazionali per fatti simili. La nostra città è sinonimo di accoglienza e vivere civile. Ogni azione contraria a questi principi deve essere, e sarà sempre, condannata e contrastata."

LEGGI ANCHE:

Manifesto Noi con Salvini, il commento di Enrico Mentana

San Cipriano Picentino, il manifesto che inneggia al fascismo

 

Dalla Redazione

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: