Il commento dei vertici di Pontecagnano Faiano Libera

 

 

 

“Il Laboratorio delle idee: una intuizione storica ed una decisione matura, presa all’insegna del prima di tutto Pontecagnano Faiano”

Pontecagnano Faiano Libera nasce più di un anno fa dall’esperienza di uomini e donne nel campo dell’associazionismo che si pongono l’obiettivo civico di essere promotori di diverse iniziative sul territorio cittadino.

Nel Dna di Pontecagnano Faiano Libera voluta e fondata da Giuseppe Palo, attuale presidente, coadiuvato dall’azione del coordinatore cittadino Giovanni Sorgente, c’è la volontà di dare voce soprattutto alle aree periferiche ed emarginate della città, non ultime le battaglie che nel corso di questo periodo hanno caratterizzato l’azione del movimento nel rispetto dei ruoli e delle cariche istituzionali, portando alla ribalta una serie di istanze che si concentravano soprattutto sulla viabilità, sulla illuminazione e sulla vivibilità di alcune zone della città (vedasi via Montegrappa, via Degli Alburni oppure via Delle Sirene).

L’impegno di Pontecagnano Faiano Libera si pone anche sul discorso occupazionale e in particolare sull’agricoltura, uno dei perni della nostra economia cittadina, che può essere davvero attrattore di risorse e soprattutto di progetti utili appunto ad elevare anche il tasso di occupazione giovanile in città, attraverso fasi nuove che diano respiro e importanza alle piccole e medie realtà della zona, attuando bandi e partecipando con maggiore enfasi alla costruzione di un vera filiera a chilometro zero delle piccole imprese.

Si ripartirà o per meglio dire tali punti verranno rafforzati proprio dal nostro ingresso nel Laboratorio di Idee, che ci vede impegnati come movimento civico corresponsabile ad attuare un percorso trasparente, concreto e paritario con tutti i soggetti impegnati all’interno di un contenitore aperto, che avrà necessità di darsi delle regole democratiche capaci di garantire a tutti la possibilità di esprimersi e di sentirsi parte integrante di un vero progetto condiviso.

Queste le dichiarazioni di Giuseppe Palo e di Giovanni Sorgente.

“Da anni svolgiamo ruolo di sentinella e portavoce delle aree periferiche di questa città, nonostante la nostra non presenza né tra i banchi della maggioranza né tra quelli dell’opposizione, cercando di dare il nostro contributo alla cittadinanza.

Ormai siamo consapevoli che bisogna andare oltre i personalismi e le sfide inconcludenti e stiamo già preparando una serie di iniziative che coinvolgeranno la nostra comunità partendo principalmente dal settore agricolo e contemporaneamente ponendo l’attenzione su altre problematiche.

Ci confronteremo quotidianamente con le persone, con i nostri simpatizzanti e con chi ha voglia di misurarsi all’interno del movimento che si è affacciato di recente con entusiasmo al Laboratorio di Idee,dove siamo convinti che solo attraverso l’unione si possono raggiungere risultati per la città, dove si parte alla pari e dove soprattutto ci sono all’interno dello stesso, persone valide in grado di migliorare la qualità della nostra amata città- ha dichiarato Palo.”

“Il nostro impegno continua come lo è stato negli ultimi cinque anni sotto il profilo associativo e civico. Non ci interessano le guerre di quartiere ma il dialogo e il confronto che continueremo ad avere con il nostro elettorato e soprattutto con i nostri amici del Laboratorio di Idee, con i quali, abbiamo avviato un percorso proficuo e spero duraturo nel corso di questi mesi, fondato sui solidi principi della sinergia e della massima collaborazione.

Non ci siamo concentrati come qualcuno sui nomi o sulle cariche ma sui contenuti che lanceremo e coltiveremo nel corso di queste settimane, grazie soprattutto al contributo della cittadinanza perché in fondo a noi interessa prima di tutto, il benessere e lo sviluppo della Città di Pontecagnano Faiano – ha chiosato Sorgente."

 

Comunicato Stampa Pontecagnano Faiano Libera

Foto Freelance News

Seguici anche su: