Cerca

Facebook

    

Il 29 luglio la discussione di merito al Tar

 

E' stato rigettato dal Tribunale amministrativo regionale della Campania il ricorso presentato nei giorni scorsi dai Consiglieri regionali del M5S con il quale si chiedeva lo scioglimento del Consiglio regionale della Campania: lo riporta il quotidiano la Città di Salerno. Per i consiglieri del M5S “l’impossibilità di insediamento e funzionamento degli organi regionali comporta infatti ex lege lo scioglimento del Consiglio Regionale”.

I magistrati del Tar della Campania, nel respingere la richiesta di un provvedimento d’urgenza, hanno però fissato al prossimo 29 luglio la trattazione del ricorso, dinanzi ai magistrati della prima sezione competente per materia. I rappresentanti del movimento avevano chiesto anche la sospensione della efficacia della decisione della "convocazione della prima seduta del consiglio nonché la dichiarazione di inadempimento del Consiglio regionale".

"Depositeremo al tribunale civile di Napoli il decreto del Tar che ha fissato al 29 luglio la discussione di merito sul nostro ricorso. I giudici civili devono attendere la decisione di merito perché pregiudiziale alla sospensione di Vincenzo De Luca" ha detto all'AGI l’avvocato Oreste Agosto, legale del Movimento Cinque Stelle. "Abbiamo centrato un grande obiettivo - ha detto il legale - perchè adesso il tribunale civile non può esprimersi sulla richiesta di sospensiva della sospensione di Vincenzo De Luca per effetto della legge Severino".

 

Dalla Redazione

Foto Freelance News

Seguici anche su: