Le dichiarazioni del tecnico Matteo Citro

 

 

 

Nel mirino c'è l'inizio del campionato di pallanuoto di serie A girone sud, e la Rari Nantes Salerno intensifica la preparazione per un torneo che si preannuncia di livello altissimo, con tante candidate a ricoprire il ruolo di leader, tra le quali il sodalizio giallorosso, guidato in panchina dal tecnico Matteo Citro, che ci fa il punto della situazione.

Un mese di allenamenti è già alle spalle. Molti i volti nuovi, altrettante le riconferme, quali sono le tue sensazioni dopo questi primi giorni?

I nuovi arrivati si stanno integrando e mi stanno dando grande disponibilità. Dopo il primo mese di lavoro le sensazioni sono positive, anche se abbiamo ancora tanto da lavorare.

Sono arrivati giocatori importanti e di lungo corso come Luongo e Cupic, sono stati inseriti giovani di indubbio valore come Agostini e i classe ‘97 Santini, Polifemo e Spatuzzo e innestati in prima squadra i “canterani” Ragosta e Lauria che si uniscono al confermato Andrea Fortunato. L’età media della squadra si è abbassata, qual è il compito che rivestono i “veterani” per la crescita di questi ragazzi?

I veterani avranno un ruolo chiave nell’essere da esempio per tutti i giovani, i quali a loro volta devono avere tanta “fame” e disponibilità per apprendere nel più breve tempo possibile e farsi trovare pronti quando avranno le loro chances.

Dopo i due brillanti terzi posti consecutivi, l’obiettivo dichiarato della società è quello di migliorarsi. Quest’anno il livello medio del girone Sud del campionato di Serie A2 sembra sensibilmente migliorato rispetto alle ultime stagioni. Quali sono per te le avversarie più temibili nella corsa playoff?

Il livello del girone Sud, quest’anno sarà altissimo. Le romane hanno allestito roster importanti e credo che si giocheranno i playoff insieme a noi, Telimar Palermo e Arechi.

Una possibile outsider?

Secondo me Waterpolo Bari e Muri Antichi possono inserirsi a sorpresa nella corsa playoff.

Una battuta sul settore giovanile. La stagione appena conclusa, con il raggiungimento delle fasi finali del Campionato Under 15 e Under 17, è stata probabilmente la migliore degli ultimi anni del sodalizio giallorosso. Quali sono le prospettive per i nostri ragazzi e dove e come si può ancora migliorare?

Per il nostro settore giovanile lo scorso anno è stato ricco di soddisfazioni. Con le squadre Under 17 e Under 15 abbiamo raggiunto le fasi finali, con le squadre Under 13, Under 11 e Under 9 in costante crescita. I tecnici stanno facendo un ottimo lavoro, dobbiamo avere la forza e la voglia di confermarci su questi livelli e riuscire a essere in maniera costante tra le prime dieci società del panorama nazionale. Sono fiducioso.

Cosa ti senti di dire ai nostri tifosi?

Ai tifosi dico che daremo il massimo in ogni partita per festeggiare con loro, ormai numerosissimi. Il loro sostegno e calore deve essere la nostra arma in più.

 

Comunicato Stampa Rari Nantes Salerno

Foto Ivan Romano

Seguici anche su: