I laziali espugnano Casignano

 

 

 

Una buona prova non basta per acciuffare la prima vittoria sul campo della stagione: i Dragoni, tra le mura amiche del "Nuovo Centro Sportivo Casignano", hanno dovuto issare bandiera bianca verso gli ospiti del Frascati Rugby Club, col risultato finale di 15 a 29 in favore dei romani.

Il buon ritmo partita tenuto per gli 80 minuti da Zizza e compagni ha permesso di segnare due mete con il proprio pack di mischia, sicuramente più al centro del gioco in questo incontro, ma ovviamente c'è ancora da lavorare sulla tenuta mentale dei ragazzi, come precisato dall'allenatore Luciano Indennimeo al termine dell'incontro: "La partita è stata equilibrata e, a tratti, ho la presunzione di dire che abbiamo avuto più possesso e creato gioco.

Dall'altra parte è ovviamente meritevole la formazione del Frascati che ha tenuto bene il campo e ha permesso al nostro gioco di non evolversi fino alla marcatura in svariate occasioni, ma c'è del buono che possiamo e dobbiamo tenere in considerazione per proseguire questo campionato al meglio".

Qualche errore in meno avrebbe permesso ai Dragoni di mettere in cassa un punto importante per il bonus difensivo: "Sicuramente gli errori sono ancora troppi, ed è anche giusto vista la differenza con i campionati degli scorsi anni.

Abbiamo necessariamente bisogno di continuare su questa strada, gli sprazzi di buon gioco aumentano e diventano man mano sempre più efficaci, per cui non possiamo né dobbiamo smettere di crederci".

Non pesa, dunque, la mancanza di punti guadagnati in questa primissima fase del campionato di serie B: "Il campionato è ancora molto lungo e finora abbiamo affrontato squadre ben allestite e sicuramente più esperte di noi, molte delle quali puntano alla promozione in serie A.

Domenica prossima avremo l'ultima partita di questa primissima fase di campionato, dopodiché avremo il tempo di recuperare forze fisiche e mentali e provare a concretizzare ulteriormente il buono che c'è nel gioco dei miei ragazzi".

Prima vittoria per i Normanni under 16, scesi in campo al "Vestuti" dopo vari anni di assenza per le partite ufficiali, con i pari età del Rugby Pozzuoli. Commovente il ricordo a Silvano Minelli, pilastro del rugby salernitano prematuramente scomparso nei mesi scorsi, realizzato proprio in occasione del ritorno sullo storico campo di Salerno città.

"Silvano è sempre con noi - ricorda il presidente della franchigia dei Normanni, Lucio Radetich - ed è giusto che i ragazzi siano protagonisti di un ricordo che non si affievolirà facilmente nei nostri cuori".

 

Comunicato Stampa Arechi Rugby

Foto Ufficio Stampa

Seguici anche su: