Con la Zona Orientale Rugby Popolare rinasce il rugby femminile a Salerno

 

 

 

Fiocco rosa per il rugby salernitano! Con l’esordio delle “Barbare” della Zona Orientale Rugby Popolare nella Coppa Italia Seven Seniores 2017/18 riparte a Salerno il movimento della palla ovale femminile. Il match d’esordio è in programma domenica 19 novembre a Napoli, alle ore 15, presso il Villaggio del Rugby (in Viale della liberazione); il Seven nero-granata, capitanato da Angelica Casciano, affronterà nella seconda tappa di Coppa Italia le compagini dell’Amatori Rugby Napoli, padrone di casa, l’Hammers Campobasso, Le Longobarde, il Rugby Napoli Club e Le Ginestre del Rugby Vesuvio.

Un traguardo lungamente inseguito dalle Barbare dopo il boccone amaro ingoiato lo scorso anno, quando l’iscrizione al campionato sfumò all’ultimo momento, realizzatosi grazie al coraggio e alla determinazione di chi ha sempre creduto in un progetto di utopia sportiva nato dal basso, ma anche all'energia delle nuove leve. Perché proprio nella capacità di creare aggregazione - sociale oltre che sportiva - sta il punto di forza del rugby popolare, un modello di sport alternativo che si basa sui valori dell’antifascismo, antirazzismo e antisessismo anteponendo concetti come accessibilità, inclusività e autodeterminazione alla logica del mero risultato agonistico. Gli obiettivi sono molteplici: dare visibilità alla squadra femminile, aumentare la percezione positiva della corporeità femminile, libera da dinamiche di oggettificazione, creare dibattito e confronto sui temi legati agli stereotipi di genere all’interno del mondo dello sport e della società.

La squadra femminile della Zona Orientale Rugby Popolare raccoglie così orgogliosamente l’eredità del Salerno Rugby femminile, prima squadra della nostra città ad aver partecipato ai campionati federali. Fondata nel luglio 2010 da Maria Giovanna Smeraldo e Chiara Fasulo, l’avventura del Salerno Rugby è durata soltanto due anni a causa di impedimenti legati al lavoro e/o allo studio e, perché no, alla scarsa visibilità di cui soffre il rugby femminile.

“Un’emozione indescrivibile – ammette la veterana Angelica Casciano, capitana della Zona Orientale – Siamo nate in un parco pubblico, schivando fossi e tombini, e adesso stiamo per fare il nostro esordio in un campionato federale. Avremo molto da imparare ma, si sa, il rugby fa miracoli: giocheremo con il cuore nelle scarpette, vedo la stessa determinazione negli occhi delle mie compagne”.

Le Barbare sono:                                                                                           

- AVANTI: Elena Abrami, Lucia Cappetti, Angelica Casciano, Daniela Ferro, Carlotta Linguadoca, Anna Raviele, Dacia Romano.

- TRE QUARTI: Camilla Amoroso, Irene Caputo, Giorgia Esposito, Amelia Fortunato, Francesca Galdi, Marta Guadagno.

La Zona Orientale Rugby Popolare di Salerno è un’associazione sportiva dilettantistica ufficialmente riconosciuta ed affiliata alla Federazione Italiana Rugby. Ha come obiettivo lo sviluppo e la diffusione di attività sportive connesse alla disciplina del rugby, intese come mezzo di formazione psico-fisica e morale dei soci e degli atleti. L’idea fondante è quella di intendere lo sport come un diritto che deve essere garantito a tutti, senza discriminazioni di carattere economico, etnico, di genere e orientamento sessuale. È iscritta ai campionati federali con due squadre: la maschile in serie C2 regionale, la femminile nella Coppa Italia Seven.

 

Comunicato Stampa

Foto Ufficio Stampa

Seguici anche su: