Cerca

Facebook

    

La vittoria che ci voleva

 

Dopo 3 sconfitte di fila la Paganese ritrova la vittoria, battendo per 2 a 0 il Taranto in casa. La Paganese subito approfitta del momento no per il Taranto, che non vince dal 18 settembre, passando in vantaggio al secondo minuto con Reginaldo che riesce a finalizzare un'occasione a due passi dalla porta. Il Taranto non riesce a reagire subito, bisogna aspettare il decimo minuto per la prima vera occasione in porta grazie ad un calcio di rigore. Sul dischetto va Magnaghi che però non riesce a battere Marruocco. Poi ritorna in cattedra la Paganese, prima con Herrera, che ci prova dal limite, e poi con Pestrin. 

 

Nel secondo tempo sembra che il Taranto possa rimettere in sesto la sua partita, dato che dopo un minuto ci prova dal limite, ma con un tiro fuori. Ma come nel primo tempo, anche nel secondo pochi minuti dal calcio d'inizio e ci pensa Maiorano che al terzo minuto mette il risultato in cassaforte. Da qui in poi è solo Paganese. Al settimo minuto Reginaldo, al decimo Cicerelli, che ci riprova ancora al quindicesimo. Al ventesimo di nuovo Reginaldo, e dopo qualche giro d'orologio Deli vien fermato solamente dal palo. 

 

Con questa vittoria la Paganese può rifiatare un po', anche se la zona play out dista a 2 punti. Soddisfatto Grassadonia nonostante il primo tempo: "Siamo andati in difficoltà, e soprattutto dopo il rigore ci siamo abbassati. Il raddoppio ci ha agevolato. Non siamo soddisfatti sul piano del gioco, ma non sempre si può giocare bene, oggi l'importante era vincere" conclude così l'allenatore azzurrostellato.

 

Fabio Gioia

Foto Ivan Romano

 

 

Seguici anche su: