Cerca

Facebook

    

Vittoria contro la Reggina

 

 

 

Una vittoria che mancava dal 27 novembre, una vittoria anche che riporta la Paganese ad allontanarsi dalle zone rosse della classifica. In casa va di scena la sfida contro la Reggina, in crisi nera di risultati, e dopo questa partita ultima a pari punti con Catanzaro e Vibonese. 

Nelle formazioni iniziali si rivede Marruocco titolare, e Grassadonia punta sul 4-2-4 con Iunco che ritorna titolare al fianco di Reginaldo. Pronti e via e Paganese in vantaggio al terzo minuto grazie a Camilleri che sfrutta dell'errore della difesa, e dell'estremo difensore ospite, per insaccare la palla in rete. Primo tempo in mano della Paganese, che riesce a mantenere il controllo e che in un paio di occasioni sfiora il raddoppio, per poi trovarlo al 32esimo con l'autogoal di Konsic che beffa il suo estremo portiere. 

Ripresa sulla falsa riga del primo tempo, con la Paganese che prova a fare la partita, ma nel momento migliore la Reggina riapre la partita, con Possenti al 68esimo. Ma la Reggina non è brava a sfruttare un nervosismo palese da parte dei padroni di casa, e non creano troppi problemi a Chiriac, che nel primo tempo aveva sostituito Marruocco. La partita finisce con questo risultato. 

Nel post partita Grassadonia: "Una vittoria importantissima, sofferta ma ampiamente meritata. La squadra ha creato e prodotto, per la prima volta abbiamo giocato su un 4-2-4, e penso che sia stata una buona partita. Ci siamo un po' allungati, dobbiamo migliorare alcune cose. Abbiamo però sofferto al punto giusto, ci ha un po' penalizzato il cambio del portiere perché c'erano molti giocatori stanchi " conclude " ho la fortuna di lavorare con un gruppo disponibile al 100%. Dobbiamo trovare l'equilibrio giusto, quando lavori con i giocatori bravi devi metterli solamente in condizione di fare bene".

 

Fabio Gioia

Foto Mirco Sorrentino | Paganese

Seguici anche su: